Juventus, Carrera soddisfatto: “Vittoria di gruppo”

Una Juve orgogliosa come sempre quella che oggi ha battuto un gran bel Genoa. Secondo Massimo Carrera si tratta di una vittoria del gruppo, spinto dai soliti Asamoah e Vucinic di fronte alle difficoltà create dai rossoblù. Merito anche di Gigi Buffon: “Sapevamo che Marassi è un campo difficile, il Genoa è partito fortissimo e ci ha colti impreparati in qualche occasione. Nel secondo tempo siamo stati bravi ad alzare il ritmo e a cercare di più le fasce. Gigi ci ha tenuto in partita con una grande parata su Bertolacci, poi siamo stati bravi a ribaltare il risultato”.

Difesa, neanche a dirlo, in difficoltà soprattutto nel primo tempo, ma Carrera giustifica la sua retroguardia: “I lanci lunghi ci hanno creato qualche problema, ma c’erano tanti giocatori che devono ancora trovare la condizione migliore: Chiellini dall’infortunio in Nazionale, Caceres appena rientrato, De Ceglie era parecchio che non giocava… Pirlo? E’ andato in difficoltà nel primo tempo come tutta la squadra, poi nella ripresa è riuscito a dare i ritmi alla squadra”.

La coppia Vucinic-Asamoah, entrata attorno al 60esimo, ha dunque cambiato decisamente una gara piuttosto in salita per i bianconeri: “In settimana abbiamo visto meglio i giocatori che sono scesi in campo e visto che abbiamo vinto 3-1 abbiamo avuto ragione. Vucinic protagonista? Mirko non lo scopriamo ora. Aveva giocato in Nazionale e abbiamo preferito dargli un po’ di riposo facendo giocare Matri dal primo minuto. La testa era a Genova, perché sapevamo che era una partita difficile e il primo tempo lo ha dimostrato. Vucinic sa di essere un giocatore importante, ma deve guadagnarsi il posto come tutti gli altri. Si vince con il gruppo e non con il singolo e stiamo cercando di far capire questo ai nostri giocatori”.

Condividi
Nato a Corleone l'1 luglio 1995, appassionato di calcio, ha già collaborato con Mondopallone ai tempi del vecchio sito. Collabora inoltre con tuttochampions.it dopo aver scritto anche per sportsbook24.net.