Mercato al termine: gli acquisti giusti per ogni squadra

Poco più di 48 ore e i giochi saranno chiusi. Il mercato volge al termine, chi ha qualcosa da dire lo faccia ora o taccia per sempre. Vediamo come dovrebbero rinforzarsi le 20 squadre del nostro campionato:

ATALANTA – Gli orobici possiedono una buonissima rosa per gli obiettivi che si sono preposti. Occorre solamente un vice Denis, visto che Tiribocchi sembra destinato alla partenza.

BOLOGNA – Ceduto Ramirez serve un uomo di qualità per la trequarti. La scelta dovrebbe ricadere su Lazzari della Fiorentina. Il problema attaccante sarà risolto con Floccari, un’ottima scelta.

CAGLIARI – Dal punto di vista numerico farebbe comodo un centrocampista, per il resto i sardi sono apposto così. Ficcadenti ha a sua disposizione sette attaccanti, sicuramente troppi. Indiziati a partire Larrivey e Nenè.

CATANIA – Intelligente l’idea Sforzini, un centravanti molto fisico e diverso da Bergessio. L’attacco rossoblu, se la trattativa con il Grosseto andrà in porto, potrà beneficiare di una preziosa variante. Per il resto il Catania sta benissimo così.

CHIEVO – L’orologio svizzero di Mimmo Di Carlo possiede già gli ingranaggi giusti. Per ogni ruolo ci sono almeno due calciatori. Complimenti.

FIORENTINA – Prima di tutto il tanto agognato centravanti: Berbatov non è più un sogno ma un obiettivo concreto, Firenze può sognare. Poi, se Vargas dovesse partire, un vice Pasqual non guasterebbe.

GENOA – Von Bergen e Vazquez, chissà con quale logica, sono stati prima acquistati e poi ceduti: adesso occorre un altro centrale di difesa. Poi un centrocampista e un attaccante esterno.

INTER – I nerazzurri hanno già detto abbastanza in questo mercato. Manca la cosiddetta ciliegina sulla torta: un vice Milito.

JUVENTUS – Del centravanti se ne parla da maggio, inutile aggiungere qualcosa. In ogni caso, anche con i soli Quagliarella e Matri, quella juventina sarà una formazione altamente competitiva su tutti i fronti. L’ultima idea è Peluso, ma con l’adattamento di Asamoah e la crescita di De Ceglie anche questa opzione non sembra indispensabile.

LAZIO – Ciani puntella la difesa, adesso bisognerà valutare la posizione di capitan Rocchi e di Kozak. La rosa non presenta lacune.

MILAN – L’acquisto di Bojan è utile per supplire ai continui malanni fisici di Pato ai quali, per le prossime tre settimane, si aggiungono quelli di Robinho. Ma i problemi del Milan non terminano qui: comprendiamo il difficile momento economico, però due difensori e un play di centrocampo servirebbero come il pane a questa squadra. L’asse centrale della retroguardia non ha qualità, Antonini è solo sulla corsia di sinistra, Montolivo è imbarazzante come regista e per Ambrosini gli infortuni sono sempre dietro l’angolo.

NAPOLI – Chi sostituisce Gargano? Chi arriva sulla fascia per dare respiro a Maggio? Ma un vice Cavani lo dobbiamo prendere o diamo fiducia a Vargas? In casa Napoli gli interrogativi sono tre.

PALERMO – Non è ancora stato acquistato il sostituto di Balzaretti, magari i rosanero lo faranno nelle prossime ore. Per la difesa vale lo stesso discorso intrapreso sul Milan: ok dal punto di vista numerico, ma la qualità scarseggia…

PARMA – Capitan Morrone potrebbe salutare Parma: a quel punto occorrerà trovare un sostituto a centrocampo. Qualche dubbio sul reparto offensivo a disposizione di Donadoni, composto da Amauri e da due giovani scommesse come Pabon e Belfodil. Il valore dei ragazzi non si discute, ma forse gli si stanno dando troppe responsabilità.

PESCARA – Un editoriale non basta per descrivere i mali dell’attuale rosa pescarese. Bisogna essere franchi: il campionato si gioca sul campo ma questa squadra è da serie B sulla carta. Speriamo in un sussulto di orgoglio negli ultimi giorni di mercato, perché i rinforzi servirebbero dappertutto…

ROMA – Via Bojan: mossa perlomeno azzardata. Ora Zeman si ritrova con una marea di attaccanti che prediligono giocare in posizione centrale. Lanciamo una provocazione: ma un tipo alla Gomez, messosi in mostra proprio domenica sera all’Olimpico? Esistono altre due carenze nell’organico giallorosso, lacune così nitide che non crediamo Walter Sabatini trascurerà di colmare: servono un terzino destro e un difensore centrale.

SAMPDORIA – Pasquale Sensibile ha lavorato come si deve, tappando i buchi a centrocampo e sulla corsia sinistra con calciatori importanti come Maresca e Poulsen. Manca l’ultimo sforzo: un difensore centrale.

SIENA – Rimontare il -5 appare impresa ardua: lo sarebbe di meno con un centrocampista di qualità e un bomber da 15 reti a stagione.

TORINO – La base di partenza è buona, ma l’impressione è che nelle ultime ore di mercato bisognerà scatenarsi. Servono un vice Gillet, un centrale difensivo e un uomo d’attacco.

UDINESE – La sfortunata doppia sfida con il Braga non deve scalfire le certezza di Guidolin: la squadra è valida, l’allenatore ancora di più. Adesso via con un centrocampista importante e un centravanti vaccinato.

 

 

 

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.