Serie B: tutti i movimenti del mercato

Allacciate le cinture: fino alle 19 del 31 agosto non ci si ferma più. Il mercato della serie B è davvero pazzo. Si è calato bene nella parte il Modena di Dario Marcolin, contento di poter finalmente abbracciare Dejan Lazarevic. L’esterno offensivo del Genoa, nella scorsa stagione tra le fila del Padova, sbarca in Emilia con la formula del prestito semplice. In giornata i canarini avranno anche Antonio De Feudis, fuori rosa nel Torino perché non rientra più nei piani di Ventura. Niente da fare per il ritorno di Andrea Mazzarani, rimasto senza squadra per colpa di un’operazione al ginocchio che lo terrà fuori 6 mesi.

Colpo in difesa per la Ternana: dal Pescara, in prestito, arriva Riccardo Brosco. Sabato prossimo andrà in scena, al Bentegodi, il match clou tra Verona e Spezia, le regine di questo calciomercato. Un primo antipasto della sfida ha visto vincitori i liguri, i quali hanno praticamente bloccato Daniele Cacia. L’attaccante nativo di Catanzaro piaceva molto anche ai gialloblu di Andrea Mandorlini, costretti adesso a gettare tutte le energie sul fronte Sforzini. L’ariete del Grosseto era comunque la prima scelta, ma gli 1,5 milioni richiesti dal club maremmano per cederlo rendono difficilissima la trattativa.

Sembrano non esserci ostacoli per il passaggio di Nicola Leali alla Virtus Lanciano. Il baby portiere avrebbe dovuto difendere i pali della squadra allenata da Gautieri già nella trasferta di Padova, ma l’infortunio di Gigi Buffon ha fatto sì che il club bianconero posticipasse il trasferimento di qualche giorno. Poche ore e l’ex Brescia sarà in Abruzzo.

Secondo la Gazzetta dello Sport il Padova ha messo gli occhi su Stefano Morrone. Da quanto ci risulta la pista è caldissima: il cosentino, nonostante ne sia il capitano, ha compreso che in questa stagione sarebbe per lui difficilissimo trovare spazio nel Parma. Gli euganei, al contrario, gli offrirebbero un ruolo da protagonista in una squadra che punta alla promozione e, particolare non secondario, un ottimo ingaggio. Ma il vero sogno di Fulvio Pea porta il nome e il cognome di Simone Missiroli, centrocampista che l’ex tecnico dell’Inter ha già allenato a Sassuolo. L’ostacolo maggiore è l’alta richiesta economica del club neroverde, che solo sette mesi fa spese 3,5 milioni per strappare il ragazzo alla Reggina.

Proprio la Reggina, in concerto col Genoa, sta cercando una soluzione per il futuro di Giuseppe Rizzo, mediano tutto corsa e sostanza che piace terribilmente al numero uno grifone Enrico Preziosi. Quest’ultimo sarebbe intenzionato a rilevare la metà del ragazzo per 1,5 milioni più il prestito di Gianmario Piscitella. Lillo Foti è d’accordo su tutto ma vorrebbe che Rizzo restasse un’altra stagione in Calabria prima di prendere il volo per la Liguria. Se ne parlerà fino al 31, anche perché contemporaneamente gli amaranto sono concentrati su una trattativa ben più concreta: l’oggetto del desiderio è Osarimen Ebagua, in uscita dal Varese. Il nigeriano andrebbe a sostituire, numericamente e non solo, Emiliano Bonazzoli, il cui campionato avrà lo sfondo bianconero del Cesena.

Scambio di comproprietà tra Bari e Chievo: i galletti si assicurano la metà di Andrea De Falco più un conguaglio vicino ai 400mila euro, i clivensi mettono le mani sul talento Nicola Bellomo. Il 21enne, comunque, non si muoverà dal capoluogo pugliese fino a giugno.

Tutti pazzi per Antonino Ragusa, arrivato a Pescara in questa sessione di mercato ma già in partenza. Lo rivorrebbe la Reggina, ci pensa il Modena, accarezza l’idea il Bari ma in vantaggio c’è la Ternana. La formazione di Mimmo Toscano ha già perso Andrea Catellani, passato incredibilmente al Sassuolo dopo un lungo corteggiamento del club umbro, e non vuole farsi scappare l’ennesima occasione.

Chiusura in pillole: il Livorno segue Gianvito Plasmati, il Vicenza guarda all’ex Luca Di Matteo, Cesena e Brescia si battono per Mirko Antenucci.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.