Fiorentina – Udinese: le pagelle

Buona la prima per la Fiorentina di Vincenzo Montella. I viola disputano una gara dai due volti: lenti e poco concreti nella prima frazione di gioco, vogliosi e cattivi nella ripresa. L’intensità fornita da Romulo e Borja Valero a centrocampo consente ai locali di alzare il ritmo e aggredire un’Udinese ben messa in campo ma tradita dall’inesperienza. Decisivi i cambi e le giocate di un fuoriclasse: Stefan Jovetic. Ecco le pagelle del match

FIORENTINA

VIVIANO 6 – Non può nulla sulla rete di Maicosuel, per il resto non è quasi mai impegnato. Esordio tranquillo. UN POSTO AL SOLE

RONCAGLIA 6 – Soffre un po’ quando gli attaccanti avversari giostrano dalla sua parte ma nel complesso tiene botta. Stupisce per la grinta. SANGUE LATINO

RODRIGUEZ 5 – Qualcosina la fa vedere, ma si ha sempre la sensazione che possa soccombere da un momento all’altro. Soffre Muriel e in occasione del vantaggio avversario è fuori posizione. DA RIVEDERE

NASTASIC 5,5 – Anche lui è colpevole sul gol dell’Udinese. Si addormenta e tiene in gioco Maicosuel, il quale fredda Viviano. Un errore pesante in una partita tutto sommato buona. DISTRATTO

CASSANI 5 – Non deve preoccuparsi molto della fase difensiva perché Pasquale non spinge quasi mai. Avrebbe quindi la possibilità di attaccare ma lo fa poco e male. SPENTO

ROMULO 6,5 – Quanta energia! Corre da una parte all’altra del campo senza affanni. Lo trovi a pressare gli avversari e un attimo dopo è sulla fascia a sprintare. Piacevole sorpresa. TARANTOLATO

PIZARRO 6 – Forse ci aspettavamo di vedergli toccare più palloni. Il cileno si alterna molto con Borja Valero nella costruzione del gioco, dando l’impressione di essere un po’ indietro dal punto di vista fisico. Ma la tecnica è sempre quella. GEOMETRA NAVIGATO

BORJA VALERO 6,5 – Ottimo acquisto. Come Romulo si fa notare in tutte le parti del campo, anche se con caratteristiche diverse. E’ in grado sia di impostare l’azione sia di inserirsi senza palla. CENTROCAMPISTA COMPLETO

PASQUAL 6 – Spinge più di Cassani, in un paio di occasioni è anche pericoloso. Sfortunatissimo quando coglie il palo su calcio di punizione. SEMPREVERDE

JOVETIC 7,5 – La Fiorentina è lui, nonostante l’eccellente campagna acquisti. I compagni fanno bene ma non rubano l’occhio: a trasformare la squadra ci pensa il genio montenegrino. E chi lo strappa più alla curva Fiesole? FUORICLASSE

LJAJIC 6 – Alterna cose buonissime a momenti di stop. Fa ben sperare la sua voglia di essere protagonista, di riconquistare questa Fiorentina. Sfortunato in un paio di conclusione. DAI SU

CUADRADO 6,5 – Porta tanta energia, tanta voglia di fare. E’ un diavolo imprendibile, a volte sbaglia per la frenesia ma il suo ingresso cambia i viola. SHOCK ELETTRICO

EL HAMDAOUI 6,5 – Entra benissimo in partita, portando scompiglio nella difesa friulana. Deve migliorare nelle conclusioni ma può abbinare qualità tecniche a qualità fisiche. TEMIBILE

AQUILANI 6,5 – Fisicamente non è al massimo, infatti parte dalla panchina. Gioca un quarto d’ora e regala un assist fantastico a Jovetic: se ritornerà il vero Aquilani, allora Firenze può sognare. DELIZIOSO

MONTELLA 6,5 – Ha una bella squadra, che gioca a calcio come piace a lui. Si vede la mano del mister nella solidità tattica, nel palleggio e nella voglia di non arrendersi mai. BUONA LA PRIMA

UDINESE

BRKIC 6 – Fa quello che può, para il parabile e anche qualcosina in più. Non ha colpe sui gol. PRESENTE

HERTRAUX 5,5 – Ottimo primo tempo, poi cala nella ripresa e si fa sbeffeggiare in più occasioni da Jovetic ed El Hamdaoui. In una di queste la Fiorentina trova il gol vittoria. DOPPIA FACCIA

DANILO 6 – E’ il padrone della retroguardia nel primo tempo, anche lui scende di tono nella ripresa ma tiene sempre botta. Gioca qualche minuto a centrocampo, forse fatalmente per i bianconeri. ROCCIA

CODA 6 – Buona partita, senza sbavature. Fa il suo, non eccede per qualità ma rende la vita dura agli attaccanti di casa. NORMALMAN

FARAONI 6 – Gioca come vuole Guidolin, cioè dando la priorità alla fase difensiva. Si fa notare per un paio di interventi efficaci. Quando Jovetic si sposta in quella zona, però, sono dolori anche per lui. GENEROSO

BADU 6 – Ottimo primo tempo, corre tantissimo e si sdoppia in entrambe le fasi. I guai cominciano quando calano le energie. GREZZO

WILLIAMS 6 – Attento, preciso. Brasiliano atipico: il suo idolo è Gattuso, lui al tacco e punta preferisce i tackle. CAGNACCIO

BATTOCCHIO 5 – Poca personalità per questo ragazzo, che ancora ha molto da imparare. E’ timido, si fa vedere poco in fase di possesso e soffre Romulo e Borja Valero in quella di contenimento. RIMANDATO

PASQUALE 6 – Attento come un soldatino, presidia la sua corsia senza infamia né lode. SOLDATINO

MAICOSUEL 6,5 – Debutto importante nel calcio italiano per questo 26enne. Si sacrifica molto su Pizarro e, al momento giusto, sforna le giocate decisive (gol ma non solo). Tecnica di base davvero ottima. BRAVO

MURIEL 6 – Nonostante il talento fa infuriare gli allenatori perché a volte sembra giocare svogliato. Quando attacca lo spazio con determinazione è immarcabile. Geniale l’assist per Maicosuel. RONALDO JR.

PEREYRA 5 – Il suo ingresso è un problema… per l’Udinese. Male sia al centro che sulla corsia, approssimativo negli interventi e mai concreto. Deve darsi una svegliata. NON PERVENUTO

FABBRINI 5,5 – Entra nel momento peggiore per l’Udinese. La palla non arriva quasi mai davanti e ha poche occasioni per farsi notare. INNOCENTE

DOMIZZI S.V.

GUIDOLIN 6 – Fa una scelta assolutamente condivisibile: entrare in Champions sarebbe un trionfo per i friulani, giusto “sacrificare” una partita in una competizione in cui c’è ancora tempo per rimediare. E l’Udinese 2 tiene benissimo il campo, paga solo l’inesperienza. IN BOCCA AL LUPO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.