Londra 2012: calcio maschile, in finale trionfa il Messico, Brasile ko

Clamoroso a “Wembley”, dove il super favorito Brasile viene sconfitto 2-1 dal Messico nella finalissima del torneo maschile di calcio dei giochi di Londra 2012, vedendo sfumare per l’ennesima volta nella sua storia la possibilità di aggiudicarsi la medaglia d’oro olimpica, accontentandosi dell’argento del secondo posto. Trionfo inaspettato e bellissimo, invece, per il Messico di mister Tena, che ringrazia il suo bomber principe Uribe Peralta, autore della doppietta decisiva, e porta a casa una vittoria certamente non preventivabile alla vigilia; a nulla è servita la rete in pieno recupero di Hulk. Delusione immensa per capitan Thiago Silva e compagni, che perdono una ghiotta occasione, mentre a Città del Messico può scattare una festa che durerà fino a notte fonda.

Primo tempo che si apre col clamoroso vantaggio messicano con il bomber del Santos Laguna, Uribe Peralta, che dopo appena 60″ di gioco sfrutta al meglio un assist del compagno di squadra Aquino e brucia il portiere avversario Gabriel, portando inaspettatamente in vantaggio i centroamericani. Brasile che, incassato il gol del Messico, prova subito a risollevarsi, ma né la conclusione di Thiago Silva al 12′, né il tentativo di Oscar al 20′, su cui si oppone Corona, riequlibrano le sorti dell’incontro; anzi, dopo aver subito il ritorno dei brasiliani, la Tricolor prova a farsi vedere di nuovo in area verdeoro, ma la conclusione di Salcido non ha esito positivo. Alla mezz’ora del primo tempo, il CT Menezes manda in campo Hulk, cercando di dare più spinta offensiva ai suoi e l’attaccante del Porto si presenta con un paio di conclusioni che, tuttavia, non impensieriscono la porta messicana. Primo tempo che si chiude con un ultimo tentativo per uno spento Neymar, ma il risultato non cambia.

Seconda frazione di gioco che si apre come si era chiusa la prima frazione, col Brasile all’attacco alla ricerca della rete del pareggio soprattutto con Neymar: la punta del Santos ci prova senza fortuna in un paio di occasioni. Il Messico tuttavia è sempre vivo e va vicinissimo alla rete del 2-0 al minuto 64 con Fabian che colpisce un clamoroso palo. Dall’altra parte di prova per i sudamericani Leandro Damiao, abbastanza in ombra in questa finale, ma la conclusione dell’attaccante dell’International de Porto Alegre non trova la porta messicana. Brasiliani che spingono, ma al minuto 75′ arriva il raddoppio messicano ancora con bomber Peralta, al terzo gol tra semifinali e finali, che supera per la seconda volta l’estremo difensore brasiliano Rafael. Nemmeno l’ingresso in campo di Pato sembra aver dato la scossa ad un Brasile che col passare dei minuti appare sempre più sfiduciato, mentre i verdi cominciano a pregustare un trionfo inaspettato alla vigilia. Brivido finale per la Tricolor, quando proprio al 91′ i brasiliani accorciano le distanze con Hulk, ma non c’è più tempo. E’ l’apoteosi del Messico.

IL TABELLINO
BRASILE-MESSICO: 1-2 (0-1)
Brasile (4-4-2): Gabriel; Rafael (40’st Lucas), Juan Jesus, Thiago Silva, Alex Sandro (32’pt Hulk); Marcelo, Oscar, Sandro (26’st Pato), Romulo; Neymar, Leandro Damiao. All.: Menezes.
Messico (4-3-1-2): Corona; Jimenez (36’st Vidrio), Salcido, Mier, Chavez; Aquino (12’st Ponce), Reyes, Henriquez; dos Santos (1′st Jimenez); Fabian (45′st cortés), Peralta (41’st Jimenez). All.: Tena.
Arbitro: Clattenburg (Gran Bretagna)
Marcatori: 1′ e 75′ Peralta, 91′ Hulk
Note: Ammoniti: Marcelo, Leandro Damiao (B), Reyes, Jimenez, Vidrio (M)

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.