E’ un affare!

Si scrive Giuseppe Rossi, si legge affare. Sì, perché l’italo – americano rientrerà pure sui campi di gioco a marzo, però ha solo 25 anni e può regalare soddisfazioni per tanti campionati ancora. Sono periodi di crisi per le società italiane: si fa già fatica ad arrivare agli obiettivi concreti, figuriamoci quanto diventi dura progettare un’operazione a lunga scadenza. 

Ma Pepito varrebbe la candela, la varrebbe tutta. Il suo manager, Federico Pastorello, ha dichiarato che con 11 milioni si può portarlo via dalla Spagna. Considerando che le cifre sono sempre destinata a calare rispetto a quelle stabilite all’inizio, il risultato che ne vien fuori è strepitoso: con 7/8 milioni ci si può assicurare un campione da 20 gol e passa a stagione, un calciatore che impiegherà sicuramente un po’ di tempo per rientrare in forma ma che, una volta riuscitoci, sarà una fortuna per chi ce l’ha.

Per lui si è parlato di Roma e Napoli, piazze calde, piene di entusiasmo. Gli ambienti forse ideali per questo ragazzo dall’intelligenza calcistica italiana, il talento latino e la freddezza inglese. I trofei si vincono anche così, anticipando i tempi, capendo il futuro prima degli altri. C’è la possibilità di regalare al nostro Paese uno dei suoi talenti migliori proprio nel periodo in cui i talenti fuggono. Non sfruttarla, nonostante qualche piccolo rischio, sarebbe un delitto.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.