Verona-Varese, pestato giornalista nel post partita

Al termine dell’incontro giocato ieri allo stadio “Bentegodi” di Verona, dove i veneti di Mandorlini si contendevano la finale dei playoff di Serie B contro il Varese, il giornalista di Sky Luca Franchini (attualmente commentatore della WWE), nativo del capoluogo lombardo, è stato selvaggiamente picchiato da alcuni tifosi (?) della formazione veronese.

Franchini era in compagnia di un amico mentre si dirigeva nel parcheggio a prendere la propria auto al termine della partita. Ecco l’accaduto raccontato direttamente dalla vittima tramite il proprio profilo di Facebook:

“Sono appena rientrato da Verona, dove oggi ho assistito alla partita di ritorno della semifinale playoff SerieBwin tra Verona e Varese.

Come molti di voi sapranno tifo Varese e spesso negli ultimi due anni, ovvero dal ritorno in serie B della compagine biancorossa , mi è capitato di seguirla in trasferta in moltissime città italiane.
In tutte le occasioni mi sono sempre divertito, ho incontrato spesso molti di voi che mi seguono e che, malgrado tifassero squadre avversarie del Varese, mi hanno sempre accolto con simpatia e in maniera ineccepibile.

Oggi invece è andata diversamente. Mentre uscivo dallo stadio Bentegodi, in compagnia di un amico, per recarmi al parcheggio per prelevare la mia auto, sono stato vigliaccamente aggredito da quattro/ cinque teppisti gialloblù che, riconosciutomi, mi hanno prima dato del bastardo figlio di p*ttana varesino di merda e, pochi secondi dopo, mentre a testa bassa continuavo a camminare, mi hanno colpito alle spalle gettandomi a terra dove sono stato colpito da una gragnuola di calci, un paio dei quali mi hanno raggiunto al volto e alla testa.

Fortunatamente la scena si è svolta a pochi passi da dove stazionavano le forze dell’ordine che sono intervenute immediatamente evitando il peggio.

Me la sono cavata con un grande spavento, qualche contusione alle braccia e al ginocchio ed un ematoma alla testa.

Ditemi voi se, nel 2012 e con tutti i problemi che affliggono il mondo, per una partita di calcio, debbano succedere ancora cose di questo genere. Sono veramente amareggiato.”

 

 

Fonte: soccermagazine.it

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.