Verso Euro2012, Danimarca ko col Brasile, bene l’Irlanda del Trap

E’ un sabato ricco di amichevoli internazionali quello che vedrà scendere in campo molte delle selezionali nazionali che parteciperanno tra qualche settimana all’Europeo polacco-ucraino. Nel pomeriggio si sono giocate tre importanti partite, una delle quali vedeva impegnata l’Irlanda euro avversaria dell’Italia nel girone C insieme a Spagna, opposta in serata alla Serbia del neo CT Mihajlovic, e alla Croazia, vincente 3-1 ieri contro l’Estonia.

Nella prima delle gare in programma oggi, ad Amburgo il Brasile del selezionatore Mano Menezes ha sconfitto nettamente la Danimarca di mister Olsen con un perentorio 3-1. Grande protagonista dell’incontro è stato l’attaccante del Porto, in odore di Chelsea, Hulk, autore di una bella doppietta, mentre la terza rete dei verdeoro è arrivata grazie ad un’autorete di Zimling. olo per le statistiche la rete danese di Bendtner. Comincia male il cammino verso Euro2012 dei biancorossi, inseriti, lo ricordiamo, nel girone di ferro insieme a Olanda, Germania e Portogallo.

A Dublino, invece, l’Irlanda di mister Trapattoni batte seppur con un po’ di fatica la Bosnia Erzegovina. Match winner dell’incontro l’attaccante del West Bromwich Shane Long, che splendidamente assistito da un ottimo McGeady, uno dei migliori dei suoi, ha rotto gli equilibri di una gara che aveva visto più propositivi gli ospiti nel primo tempo, mentre i verdi padroni di casa sono usciti maggiormente nella ripresa; vittoria legittimata anche da un palo e una traversa colti rispettivamente proprio da McGeady e da Walters.

Intanto, dopo la vittoria di pochi giorni fa contro la Lituania, la Polonia di Smuda, una delle due nazionali padrone di casa, batte con l’identico punteggio di 1-0 anche la ben più ostica Slovacchia di Marek Hamsik. A differenza della gara giocata contro i baltici, il tecnico dei biancorossi ha fatto scendere in campo una formazione che si avvicina molto a quella che dovrebbe esordire nella rassegna iridata l’8 giugno contro la Grecia. A segno è andato il difensore francese del Sochaux naturalizzato polacco Daniel Perquis al 30′ del primo tempo.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.