Serie B, nel diluvio il Grosseto affonda per 3-1 il Varese

Benvenuti allo stadio Franco Ossola di Varese per Varese – Grosseto, posticipo della 36esima giornata di Serie B. I lombardi allenati da Maran sono in piena corsa per il sogno playoff ma dovranno fare i conti con la compagine toscana tra le migliori per rendimento esterno di tutta la categoria. L’arbitro dell’incontro sarà il signor Maurizio Mariani di Aprilia.

IL VARESE AVANZA NELLA PIOGGIA – Pronti via e il Varese passa subito in vantaggio al 6’ con Granoche che indirizza un tiro di sinistro nell’angolino basso destro di un incolpevole Narciso. Il gol carica gli avanti varesini, con Zecchin e Granoche che continuano a fare il bello e il cattivo tempo in una difesa del Grosseto che fatica a trovare le contromisure giuste alle punte varesine. Passano i minuti ed il Varese tenta di imbastire una reazione, che quasi si concretizza al 19’ Lupoli che per poco non approfitta di uno svarione difensivo dovuto anche alla pioggia incessante.
Al 22’ Narciso mette a terra con il petto una palla invitantissima per De Luca che a due passi da Narciso scarica sul portiere in posizione però di fuorigioco. La squadra varesina attacca a spron battuto e colleziona calci d’angolo e palle gol, come quelle di Pucino al 22’ con un gran tiro dalla distanza alto di poco e al 25’ con un colpo di testa di poco a lato.

DISASTRI ARBITRALI – Il Varese avrebbe anche raddoppiato al 32’ con un colpo di testa di Terlizzi dopo una uscita improvvida di Narciso ma l’arbitro annulla per un dubbio contatto in area.
Complice anche la pioggia incessante ed un metro arbitrale non eccellente, la gara di calcio diventa una gara di calci e al 35’ uno scambio proibito di colpi in area tra Pucino e Crimi non viene punito.
Il tempo passa e al 43’ l’arbitro combina il patatrac: un intervento sbagliato in fase di rilancio da parte di Terlizzi libera Crimi che supera Bressan uscito fuori dall’area: il portiere non ha altra soluzione che abbattere l’attaccante e rimedia solo un giallo quando il colore del cartellino, anche rivedendo le immagini, sembra più arancione, vista la distanza degli altri difensori del Varese dall’azione. E’ l’ultima azione degna di nota, dopo un minuto di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi tra le furiose proteste dei toscani e una mini-rissa sfiorata.

IL PAREGGIO CHE NON TI ASPETTI – Il secondo tempo comincia nel segno del Grosseto che, dopo essersi schierato meglio in campo, nell’incredulità generale pareggia al 50’ con un autogol del danese Troest che devia in rete un traversone di Sciacca nel tentativo sciagurato di anticipare Bressan e mettere la palla in corner. Il Varese sembra subire il colpo e il Grosseto ci prova da lontano con Sciacca ma senza successo. Al 61’ scontro tra Crimi e Nadarevic con l’arbitro che giudica falloso l’intervento del secondo giocatore, e stavolta vede bene. Il Varese si affida al contropiede come al 64’ grande occasione per Nadarevic che viene servito da Granoche al limite dell’area ma spreca malamente di sinistro da ottima posizione centrale.

UN RISULTATO CHE SA DI BEFFA – Le squadre ormai si allungano e le azioni si susseguono senza sosta con un lungo rimpallo tra i due centrocampi senza più tiri di rilievo fino al 77’ quando Plasmati scatta in posizione regolare su lancio di Troest e si presenta in posizione defilata solo davanti a Narciso che compie una autentica prodezza deviando la palla in angolo. Il Grosseto sembra in difficoltà sul forcing del Varese che quando non è fermato dai guardalinee (78’ fuorigioco inesistente di Nadarevic) si complica la vita da solo: all’81, su calcio d’angolo, la difesa toscana lascia da solo Padella che insacca nell’angolo. Passando due giri di lancette e il Grosseto addirittura triplica:su tipica azione di contropiede Sciacca mette dentro dai 20 metri con un piattone destro che lascia poco scampo a Bressan. Nulla può il cuore del Varese che cerca di raddrizzare la partita nei 6’ di recupero e che rischia di subire il quarto gol con un tiro di Alfageme: la partita termina 1-3.

TRIPLICE FISCHIO – Il Varese non approfitta della giornata positiva e nel pantano perde l’imbattilità casalinga contro un Grosseto ordinato e preciso. La squadra di Maran spreca troppo nel primo tempo (complice anche l’arbitro) e si fa infilare dal Grosseto che conferma il suo ottimo ruolino di marcia fuori casa. Ora la zona playoff si fa davvero calda e sono da vietare altri errori soprattutto tra le mura amiche. Una nota di commento sull’arbitraggio, davvero approssimativo.

IL MIGLIORE IN CAMPO
Antonio Narciso voto 7.5

Non doveva nemmeno giocare il portiere classe 1980: eppure è stato più volte decisivo per tenere la squadra ancora in lotta per la vittoria finale. Un bel riscatto sul campo dopo tutte le voci fuori dal campo degli scorsi mesi.

TABELLINO
VARESE (4-4-2): Bressan 5, Pucino 6, Troest 5, Grillo 6 (58’ Damonte 5), Terlizzi 5, Nadarevic 5.5 (85’ Martinetti sv), Zecchin 6, Kurtic 5.5, Cacciatore 5.5, Granoche 6.5, De Luca 5 (63’ Plasmati 5.5). Allenatore Rolando Maran 5.5.
GROSSETO (4-4-2): Narciso 7.5, Petras 6, Giallombardo 6, Padella 6.5, Antei 6.5, Crimi 5, Asante 5.5, Caridi 5.5 (75’ Calderoni sv), Sciacca 6.5, Sforzini 7, Lupoli 5.5 (65’ Alfageme 6.5). Allenatore Guido Ugolotti 7.

GOL: 6’ Granoche (VA), 50’ Troest (aut.) (GR), 81’ Padella (GR), 83’ Sciacca (GR)
AMMONITI: Nadarevic 2’ (VA), Caridi 34’ (GR), Bressan 43’ (VA), 84’ Granoche (VA), 84’ Alfageme (GR), 90+2’ Martinetti (VA)

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it