Coppa Italia, Chievo al fotofinish sull’Udinese: al 91′ segna Thereau per l’1-2 finale. Clivensi ai quarti, friulani eliminati

Primo risultato a sorpresa dagli ottavi di Coppa Italia: il Chievo ribalta i pronostici della vigilia e in trasferta, al Friuli, batte l’Udinese per 1-2 avanzando ai quarti della competizione. Non basta ai friulani un gran gol su punizione del solito Di Natale a evitare l’eliminazione: Sammarco prima e Thereau poi regalano il passaggio del turno ai clivensi. Sconfitta casalinga per i bianconeri che, in competizioni ufficiali, mancava dal preliminare di Champions League contro l’Arsenal, a testimonianza del gran risultato ottenuto dai veneti.

Parte subito forte il Chievo che già all’ottavo minuto va in vantaggio: Sammarco raccoglie, al limite, una respinta corta di Ekstrand, penetra in area di rigore evitando l’intervento di Danilo e trafigge Handanovic con un bel destro. Gli ospiti avrebbero anche l’occasione del raddoppio ma è lo stesso Handanovic a tener in vita la squadra di Guidolin, salvando su Paloschi nel primo tempo e Sardo nel secondo.

Non è da meno il portiere gialloblu Puggioni che, nella ripresa e con l’Udinese in avanti alla ricerca del pari, nega il gol ai bianconeri con due ottimi interventi sulle conclusioni ravvicinate di Di Natale e Floro Flores. Nulla può, però, l’estremo difensore ospite sulla splendida punizione di Di Natale che, all’84’, realizza il gol dell’1-1 ristabilendo la parità.

Il gol non scoraggia il Chievo che, incassato il colpo, gela il Friuli con Thereau al 91′: l’attaccante, entrato al 68′ al posto di Moscardelli, detta il passaggio a Vacek che vede l’inserimento in area del francese e lo serve in profondità. Il numero 77 clivense evita l’intervento in scivolata di Danilo e batte Handanovic, realizzando il gol dell’1-2 che qualifica al prossimo turno la squadra di Di Carlo ed elimina dalla competizione quella di Guidolin.

Ai quarti il Chievo affronterà, in casa, il Siena, qualificatosi ai rigori a spese del Palermo, dopo uno spettacolare 4-4.

Condividi
Nato a Porto San Giorgio nel 1983. Perito informatico all’ITIS di Fermo ed ex arbitro FIGC. Polemico per natura e critico per vocazione: esperienza nel giornalismo, “in progress”; passione per lo sport, tanta. Email: fdscafa@mondosportivo.it