Ancelotti a Parigi: “Questa squadra può tornare ai massimi livelli in Europa”

Puntuale alle 15, è arrivata la presentazione ufficiale di Carlo Ancelotti come nuovo allenatore del Paris Saint Germain che prende il posto di Antoine Kombouarè con uno stipendio che si aggira intorno ai 6-7 milioni di Euro a stagione. Con lui, presente l’amico e dirigente dei parigini, Leonardo. Alle prime domande poste dai giornalisti francesi presenti nella sede del Psg, l’ex allenatore di Milan e Chelsea ha risposto così: “Ho accettato questa offerta perché penso che il Psg sia una grande squadre e abbia i margini per tornare ai massimi livelli in Europa. Voglio fare un grande lavoro. Farò il massimo per imparare il francese nel miglior modo possibile. Il mio ruolo? Stare sul campo con i giocatori. Con la società c’è unità d’intenti“.

Interrogato sul mercato che inevitabilmente vedrà protagonista il Psg a gennaio, l’allenatore di Reggiolo ha dichiarato: “Per quanto riguarda il mercato è la società che opererà. Quelle che saranno le decisioni saranno anche condivise dall’allenatore. Un budget vero e proprio non c’è, c’è la volontà di sfruttare questo periodo di gennaio per migliorare la squadra se possibile e insieme alla dirigenza abbiamo il tempo per poter trovare la soluzione migliore. Parlare oggi di nomi credo non sia positivo perchè si va a parlare di giocatori che sono stabili in altre squadre e soprattutto si va a far crescere l’eventuale valore del cartellino del giocatore. Se ci saranno le possibilità e le condizioni per portare qualcuno a Parigi opereremo senza problemi“.

E’ arrivata poi la domanda, da parte dei giornalisti, sullo staff tecnico, il nodo cruciale per il raggiungimento dell’accordo: “Arriverà dall’Italia il preparatore atletico Giovanni Mauri che ha lavorato con me al Milan per 8 anni e anche al Chelsea. Abbiamo pensato insieme alla società di sfruttare il carisma di Claude Makelele, sarà anche lui nello staff come assistente e poi abbiamo da definire ancora alcune posizioni che decideremo nei prossimi giorni. Rimarrà il preparatore dei portieri e alcuni preparatori dello scorso allenatore“.

Obiettivo, neanche a dirlo, la Ligue 1 e tornare nell’Europa che conta già per la prossima stagione: “Per vincere e arrivare lontano sia in Francia che in Europa bisognerà ottenere risultato. Penso di giocare un calcio dinamico che diverta e che sia naturalmente efficace“.

Sul possibile arrivo di David Beckham, invece, ha risposto Leonardo interrompendo lo stesso allenatore: “Con Bekham non abbiamo mai detto che era un affare chiuso, abbiamo con lui un ottimo rapporto e ora con Ancelotti cercheremo di valutare al meglio il possibile arrivo di David. Ora il calciatore è a Los Angeles e sta riflettendo sul suo nuovo trasferimento in Europa. Lì ha una sua vita ed è difficile per lui pensare ad un nuovo trasferimento oltre oceano“.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it