UEFA, ridotta a due giornate la squalifica a Rooney. Europei salvi.

A Nyon, sede ufficiale dell’UEFA, ha avuto luogo l’udienza d’appello per definire l’effettiva sanzione ai danni del giocatore della Nazionale inglese, Wayne Rooney.

L’attaccante del Manchester United, infatti, era stato inizialmente punito con tre giornate di squalifica per i prossimi Europei del 2012, dopo aver avuto una reazione violenta durante il match tra la Nazionale britannica e il Montenegro, in cui l’inglese diede un calcio ad un avversario montenegrino, rimediando l’espulsione diretta.

In seguito all’udienza svoltasi nella città svizzera, dove per altro vi era la presenza dello stesso calciatore accompagnato dal Commissario tecnico, Fabio Capello, l’UEFA ha deciso di ridurre da tre a due giornate la squalifica di Rooney, dando così la possibilità al talento inglese di disputare almeno il terzo incontro della fase a gironi dell’Europeo, quello contro l’Ucraina, mentre dovrà saltare le sfide con Francia e Svezia.

Adrian Bevington, Direttore della comunicazione della Football Association, ha tenuto a precisare: “Rooney era cosciente della gravità del suo errore, ma non possiamo nascondere la soddisfazione per aver ottenuto questo sconto di pena, senza il quale la squadra di Capello avrebbe dovuto fare a meno di una pedina fondamentale per l’importante competizione europea“.

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.