Nzola fa esplodere il Franchi. Ai viola il primo capitolo della semifinale di Conference

-

Una Fiorentina decisamente folle quella vista nella semifinale d’andata di Conference League. La squadra di Italiano offre un’ottima prestazione, pasticcia in difesa e alla fine può gioire solo nel finale per una vittoria di misura ampiamente stretta per lo sforzo prodotto. Sottil, Belotti e Nzola, il calcio è strano e le reti della Fiorentina portano la firma dei tre giocatori più criticati nell’arco della stagione da media e tifoseria.

Sottil apre le danze dopo soli cinque minuti con una conclusione ben calibrata, tipica dell’esterno sinistro gigliato. La sua è finalmente una gara che va oltre la semplice sufficienza, più vivace, più deciso e bravo nel leggere le situazioni in attacco; un mix piacevole spento purtroppo nella ripresa dall’infortunio alla spalla. L’entusiasmo iniziale dei padroni di casa viene momentaneamente disattivato dal rigore di Vanaken concesso per un netto fallo di mano di Biraghi. A riattaccare la spina ci pensa Belotti, anche lui con una realizzazione tipica del suo curriculum. L’attaccante ex Roma è un perno importante, lotta e difende i propri palloni nella tre quarti di attacco, si occupa quando può di fare da sponda e nella ripresa va vicino alla doppietta per ben due volte di testa.

L’espulsione di Onyedika lascia i belgi in dieci. Nel momento di maggior fiducia con davanti una mezz’ora di gioco tutta in discesa la Fiorentina sembra avere la strada spianata invece è ancora un contropiede a mettere in crisi la retroguardia gigliata. Una pesante distrazione della coppia Ranieri-Quarta lascia a Thiago la possibilità di colpire, un pareggio con cui i toscani finiscono in totale blackout i toscani. Il colpo in effetti si fa sentire, la Fiorentina cala di intensità invece di aumentare il ritmo e sfruttare l’uomo in più. Ci vuole un po’ per rimettere in moto gli uomini di Italiano e tentare l’arrembaggio. E nel recupero a far esplodere il Franchi provvede Nzola, colui che quest’anno ha fatto mancare i suoi gol, ma questa sera è riuscito a siglarne uno importante per le sorti e il futuro della Fiorentina.

Fiorentina: Terracciano 5.5, Dodò 6.5, Quarta 5.5, Ranieri 4.5, Biraghi 6, Arthur 6, Bonaventura 5.5, Beltran 6, Gonzalez 5.5, Sottil 6.5, Belotti 6.5. Dalla panchina: Kouame 5.5, M.Lopez 5.5, Ikone 6, Barak sv, Nzola 7.

Elia Modugno
Elia Modugno
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.

MondoPallone Racconta… Eto’o e gli africani d’annata

Poche settimane fa è sbarcato in Italia, per la seconda volta, Samuel Eto'o. L'attaccante camerunese è solo l'ultimo di un gruppo, quello di calciatori africani non...
error: Content is protected !!