Milano Premier Padel, prima volta delle donne all’Allianz Cloud

-

L’edizione 2022 di Milano Premier Padel P1 è stata straordinaria. Ma la sensazione è che mancasse ancora qualcosa. La grande novità dell’evento in programma all’Allianz Cloud da lunedì 4 a domenica 10 dicembre – domani alle 11.30 a Palazzo Marino è in programma la conferenza stampa di presentazione, sabato alle 13.30 il sorteggio – è il tabellone femminile: l’attesa per vedere in campo le più forti giocatrici del mondo è febbrile, anche perché le Maestre del padel saranno tutte a Milano e non vedono l’ora di scendere in pista. “Ci stiamo allenando tantissimo, per una settimana intensa ed emozionante, ma soprattutto divertente”, le parole di Gemma Triay, una delle giocatrici più attese. Triay, numero 3 del mondo, giocherà in coppia con Marta Ortega, numero 4: le due spagnole hanno già provato la gioia di vincere un torneo Premier Padel in Italia, a luglio, al Foro Italico, nell’evento storico che ha segnato il debutto del tabellone femminile nel circuito.

Quello di Milano sarà il quarto torneo ‘combined’ di Premier Padel e, a testimonianza dell’equilibrio che regna, i precedenti tre sono stati vinti da tre coppie diverse. Detto di Triay/Ortega a Roma, a Madrid hanno trionfato Delfina Brea e Bea Gonzalez (che a Milano saranno le teste di serie numero 3), mentre al Roland Garros è stato il turno delle regine del ranking, Ari Sanchez e Paula Josemaria, che dopo aver perso la finale sia al Foro Italico che a Madrid sono riuscite a festeggiare a Parigi. Subito fuori dal podio dell’entry list di Milano ci sono Alejandra Salazar/Sofia Araujo (4) e Tamara Icardo/Virginia Riera (5), ma all’Allianz Cloud ci sono anche speranze italiane. Carolina Orsi, medaglia d’oro ai Giochi Europei di Cracovia e numero 28 del ranking, giocherà in coppia con la spagnola Carla Mesa; di diritto nel main draw anche Carlotta Casali ed Emily Stellato (recentemente campionesse d’Italia a Parma), mentre Giorgia Marchetti (oro a Cracovia con Orsi) e Chiara Pappacena hanno ricevuto una wild card e promettono battaglia.

Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

L’anatema di Maurìto

Dietro questo pezzo c'è una premessa, che sa di promessa fatta ad uno dei caporedattori storici di Mondopallone. Non faccio il nome per motivi...
error: Content is protected !!