Premier Padel Mendoza: Coello e Tapia senza avversari, terzo Premier dopo Roma e Madrid

-

Il circuito Premier Padel continua ad avere soltanto due padroni, Arturo Coello e Agustin Tapia. Dopo le vittorie nel Major di Roma e nel P1 di Madrid, lo spagnolo e l’argentino – autentici dominatori della stagione – trionfano anche nel P1 di Mendoza, battendo 6-2 7-6 in un’ora e 35 minuti in finale i Superpibes Franco Stupaczuk e Martin Di Nenno. Il pubblico dell’Aconcagua Arena, come accaduto per tutta la settimana, è stato fantastico e ha riservato il giusto tributo a due giocatori che continuano a dominare il mondo del padel. “Sono senza parole – ammette Tapia -. Devo prima di tutto ringraziare il pubblico che è stato straordinario. Abbiamo giocato una grande finale con due ragazzi contro i quali c’è una rivalità, ma sanissima. Sono davvero felice”. Per Coello, invece, una vittoria che vendica la sconfitta dello scorso anno a Mendoza, in coppia con Belasteguin contro Stupaczuk e Lima. “Una partita durissima, in cui ho dovuto dare più del massimo – dice Arturo -. E’ stata una settimana difficile ma l’abbiamo chiusa nel modo migliore. E’ bellissimo poter giocare queste sfide e imparare sempre. Complimenti ad Agustin che ha fatto un torneo incredibile: il livello è stato altissimo, ora mi godo un po’ le vacanze per essere pronto per ripartire”.

Coello e Tapia hanno iniziato subito con un break nel secondo game del primo set, senza mai mollare il servizio fino a chiudere 6-2 al secondo set point. Arturo e Agustin hanno annullato due palle break in apertura e un’altra nel quinto game del secondo set, dove la finale si è fatta più equilibrata e dove Stupaczuk e Di Nenno hanno lottato su ogni turno di servizio degli avversari alla ricerca di un break che però non è mai arrivato. Tre palle le hanno avute anche Coello e Tapia, ma i Superpibes le hanno annullate portandosi sul 4-4. Sul 6-5 0-30, Coello ha fallito un comodo smash che avrebbe dato a lui e Tapia tre match point. Stupa e Di Nenno, allora, hanno sfruttato l’occasione e portato il secondo set al tiebreak. Il game decisivo è stato appassionante, con i due argentini che hanno avuto per primi il set point, non trasformato. Al primo match point, invece, Tapia ha chiuso con un colpo da fenomeno, ribadendo che i re sono ancora loro, Arturo e Agustin. Il Premier Padel 2023 arriva alla metà del suo viaggio: a settembre si riparte con Parigi (Roland Garros), poi New Giza, Acapulco e Milano.

Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

MondoPallone Racconta… Le mille vite di Paul “Gazza” Gascoigne

E' stato uno dei più talentuosi giocatori inglesi degli ultimi 30 anni. Ma non ha saputo amministrare bene il suo genio calcistico, sperperandolo prevalentemente...
error: Content is protected !!