Verso Australia 2023 – Le Nazionali partecipanti: Canada

-

Manca sempre meno al via dei Mondiali Femminili di Australia e Nuova Zelanda 2023 ed è arrivato il momento di conoscere tutte le 32 protagoniste dell’evento più atteso per il calcio in rosa: con due appuntamenti quotidiani, analizzeremo nel dettaglio la storia nei Mondiali, il percorso durante le qualificazioni e le qualità ruolo per ruolo delle Nazionali arrivate alla fase finale del torneo. Oggi tocca al Canada.

PRECEDENTI NEI MONDIALI – La Nazionale Femminile del Canada, guidata dal tecnico Bev Priestman, è alla ottava partecipazione alla fase finale di un Mondiale. Al sesto posto del FIFA/Coca-Cola Women’s World Ranking, i suoi migliori risultati ottenuti nei tornei internazionali sono il quarto posto ai Mondiali Femminili del 2003.

IL PERCORSO VERSO AUSTRALIA 2023 – Il Canada è una delle tre nazionali della CONCACAF a essersi qualificata ad Australia 2023. Le nordamericane si sono qualificate arrivando seconde alla CONCACAF Women’s Championship 2022, venendo battute dagli Stati Uniti nella finale per il titolo. Le capocannoniere della squadra sono le centrocampiste Julia Grosso della Juventus e Jessie Fleming del Chelsea che hanno messo a segno tre reti nel percorso delle qualificazioni.

DIFESA – In porta troviamo la 32enne Kailen Sheridan dei San Diego Wave. La difesa è solitamente a quattro, con Allysha Chapman degli Houston Dash e Ashley Lawrence del Paris Saint-Germain al centro e Vanessa Gilles del Lione e Gabrielle Carle dei Washingotn Spirit sulle fasce. Il primo cambio è la 22enne Jayde Riviere del Manchester United.

CENTROCAMPO –  Il centrocampo è a tre ed è guidato dalla decana Sophie Schmidt degli Houston Dash: affianco a lei troviamo la 22enne Julia Grosso della Juventus e la 25enne Jessie Fleming del Chelsea. La prima ad entrare in caso di bisogno è la 19enne Simi Awujo in forza agli USC Trojans.

ATTACCO – Il tridente “naturale” delle canadesi vede al centro dell’attacco la capitana Christine Sinclair che milita nei Portland Thorns FC insieme alla 26enne Adriana Leon del Manchester United e alla 22enne Jordyn Huitema degli OL Reign. Primo rincalzo la 29enne Cloé Lacasse del Benfica.

IL COMMISSARIO TECNICO –  Il tecnico delle foglie d’acero è il 37enne inglese Bev Priestman, ex giocatore di Futsal che da allenatore ha sempre gravitato attorno alla squadra canadese fino a prenderne il comando nel 2020 portando le nordamericana alla vittoria dell’oro olimpico nel 2021.

LA STELLA – Possiamo non parlare di Christine Margaret Sinclair, attaccante del Portland Thorns FC e della Nazionale canadese della quale è anche capitano? Non possiamo. Quattro Mondiali, tre Olimpiadi (dove ha vinto due medaglie di bronzo), quattordici volte Canadian Players of the Year, nominata World Player of the Year dalla FIFA per otto volte, Ufficiale dell’Ordine del Canada e vincitrice nel 2021 del Best FIFA Special Award for Outstanding Career Achievement. Diremmo che basta questo.

PUNTI DI DEBOLEZZA – La formazione del Canada è un squadra forte, ben dosata nei rapporti tra forza e tecnica e con giocatrici dalla notevole esperienza internazionale. Purtroppo, quando incontra una nazionale sulla carta più forte di lei, soccombe quasi sempre e non riesce a sovvertire il pronostico. Chiedere a Francia, Germania, Brasile, Giappone e Stati Uniti per conferme.

FORMAZIONE TIPO – (4-3-3): Sheridan; Chapman, Gilles, Carle, Lawrence (Riviere); Fleming, Grosso, Schmidt; Sinclair, Leon, Huitema.

OBIETTIVI E PROSPETTIVE – Il Canada si trova nel Gruppo B insieme a Australia, Irlanda e Nigeria. Non avrà difficoltà a passare il turno ma da lì troverà davanti a sè una tra Inghilterra e Danimarca, e lì le canadesi dovranno dimostrare di essere cresciute mentalmente per passare il turno.

Stefano Pellone
Stefano Pellone
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.

MondoPallone Racconta… Eusébio, la Pantera venuta dall’Africa

Un campione che ha segnato un' epoca: le movenze feline, lo scatto bruciante, il tiro potente come una sassata. E poi tanti, tanti gol....
error: Content is protected !!