Fantacalcio Serie A 2022/23: i consigli su chi schierare e chi evitare nella 34/a giornata

-

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi diamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

Terzo turno di campionato nell’arco di una settimana, si va dritti spediti verso il traguardo finale e in molte fantaleghe ci si gioca il titolo. La 34/a giornata prenderà il via oggi con una doppia sfida Roma-Milano tutta da seguire: alle 15 in programma Milan-Lazio, mentre in serata sarà la volta di Roma-Inter (18); conclude il sabato la sfida salvezza Cremonese-Spezia. Domenica non da meno, con una scoppiettante Atalanta-Juventus ad aprire le danze alle 12:30, poi Torino-Monza (15), Napoli-Fiorentina con la festa del Maradona (18) e Lecce-Verona. Si chiude di lunedì con tre posticipi: alle 18:30 Empoli-Salernitana e Udinese-Samp, alle 20:45 Sassuolo-Bologna.
GLI SQUALIFICATI – Celik, Quagliata, Pickel, Paredes, Singo, Martinez Quarta, Bradaric, Amione, Zortea, Pinamonti.
GLI INFORTUNATI RECENTI – Pobega, Vecino, El Shaarawy, D’Ambrosio, Palomino, De Sciglio, Schuurs, Radonjic, Soumaoro.
IN DUBBIO – Zaccagni, Dybala, Belotti, Dessers, Nzola, Lookman, Hojlund, Aina, Politano, Lasagna, Gyomber, Candreva, Ehizibue, Beto, Leris.

LA TOP 11 (3-4-3) – Silvestri (Udinese); Di Lorenzo (Napoli), Posch (Bologna), Valeri (Cremonese); Baldanzi (Empoli), Ilic (Torino), Zielinski (Napoli), Ciurria (Monza); B. Dia (Salernitana), Nestorovski (Udinese), R. Leao (Milan).
LA CERTEZZA – Dopo il passo falso a San Siro contro la Cremonese, il Milan di Pioli non può permettersi ulteriori passi falsi, anzi deve sfruttare al meglio lo scontro diretto contro la Lazio per riaccorciare in zona Champions. Vero che l’euro-derby incombe, ma difficilmente il tecnico rossonero, ora come ora, farà a meno di Rafael Leao. È lui l’uomo più in forma del Diavolo e su di lui si aggrapperà la squadra per provare a scardinare la seconda miglior difesa del torneo.
LA SORPRESA – Con Success ai box e con Beto in forte dubbio per un problema alla schiena, il peso dell’attacco dell’Udinese sarà tutto sulle spalle del macedone Ilija Nestorovski. Sarà la terza partita nel giro di una settimana, un’enormità per uno che il campo quest’anno l’ha visto coi binocoli. Eppure, la sfida della Dacia Arena contro una rassegnata Sampdoria promette bene e potrebbe fornirgli l’occasione di ritrovare quel gol in campionato che manca dallo scorso novembre, dalla gara d’andata contro i campioni d’Italia del Napoli. Una vita fa praticamente.

LA FLOP 11 (3-4-3) – Szczesny (Juventus); Lazzari (Lazio), Acerbi (Inter), Doig (Hellas Verona); Wijnaldum (Roma), Bajrami (Sassuolo), Castrovilli (Fiorentina), Djuricic (Sampdoria); Milik (Juventus), L. Martinez (Inter), Origi (Milan).
LA CERTEZZA IN NEGATIVO – Cinque gol nelle ultime tre uscite di campionato con tanto di sfida lanciata a Osimhen per il titolo di capocannoniere. Lautaro Martinez sta attraversando un momento di forma e di concretezza sotto porta niente male, eppure per la trasferta dell’Olimpico contro la Roma non lo vediamo bene: l’andata della semifinale di Champions è dietro l’angolo e il Toro ha giocato parecchio negli ultimi tempi. Nulla di strano che mister Inzaghi gli conceda un po’ di riposo, magari ipotizzando per il proprio bomber argentino un impiego part-time in caso di bisogno.
LA CONTRO-SCOMMESSA – Negli ultimi tempi Gaetano Castrovilli ha lanciato qualche segnale di ripresa (su tutti il gol alla Samp domenica scorsa), ma per la trasferta contro il Napoli neo campione d’Italia il suo impiego dal primo minuto è in dubbio: mister Italiano dovrebbe relegarlo in panchina, almeno inizialmente. Non è da escludere un suo impiego a gara in corso, ma l’impegno per i viola è quasi proibitivo: faranno da vittima sacrificale nella festa del Maradona? Nel dubbio, meglio non schierarlo.

Articolo precedente
Prossimo articolo
Francesco Cucinotta
Francesco Cucinotta
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. Laureato in Comunicazione con una tesi sulla lingua del calcio e pubblicista dal 2010. Per anni inviato al seguito del Cagliari Calcio per Radio Sintony.

MondoPallone Racconta… Il riscatto dell’Albania

Finalmente, dopo un isolamento che durava dall'inizio delle grandi manifestazioni internazionali, l'Albania è riuscita a conquistare un posto al sole. La storica qualificazione ad Euro...
error: Content is protected !!