Women’s Champions League 2022-2023, definite le semifinali

-

Si sono concluse le sfide di ritorno dei quarti di finale della UEFA Women’s Champions League 2022-2023, quarti che vedevano una squadra italiana impegnata, la Roma di Spugna, contro le campionesse spagnole del Barcellona. E si è definita la strada per la finale che si giocherà il 3 giugno 2023 alle ore 18:00 al Philips Stadion di Eindhoven.

Parlavamo della Roma, che era chiamata a una sfida a dir poco impossibile contro il Barcellona campione spagnolo guidato da Jonatan Giráldez e pieno di campionesse come Oshoala, Bronze, Bonmatì, Rolfö e Paralluelo, autrice del gol dell’andata in una gara che aveva visto le catalane tentare il tiro per ben 34 volte. Al ritorno, nel suggestivo scenario del Camp Nou, non c’è stato purtroppo scampo per le capitoline, che hanno dovuto inchinarsi di fronte alla maggiore cifra tecnica delle blaugrana che hanno vinto per ben 5-1 con la doppietta di Rolfö e le reti di León, Oshoala e Guijarro, mentre il gol della bandiera romanista è stato segnato da Serturini. Massimo onore comunque per le italiane che hanno mostrato, arrivando fino a qui, i segni tangibili di una maturazione che si vede anche in campionato.

Le catalane sfideranno in semifinale il Chelsea, una delle due squadre inglesi arrivate fino a questo punto e che è riuscito ad avere ragione delle pluricampionesse del Lione grazie soprattutto al suo portiere Berger, che è salita sugli scudi nella lotteria dei rigori finale, dopo che la gara di andata era finita 1-0 per le inglesi grazie alla rete di Reiten e quella di ritorno era terminata ai tempi supplementari, dopo il pari nei tempi regolamentari di Gilles e il botta e risposta nell’extra time di Däbritz per le francesi e di Mjelde con un rigore nel finale per le inglesi. Dal dischetto Berger è riuscita a ipnotizzare prima Renard e poi all’ultimo rigore decisivo Horan, regalando il pass per la semifinale alle sue compagne.

L’altra semifinale vedrà l’altra squadra inglese in campo, l’Arsenal del giovane tecnico svedese Jonas Eidevall, che ha battuto il Bayern Monaco ribaltando il risultato dell’andata, che vedeva le bavaresi avanti di un gol grazie alla firma di Schüller. Nella gara di ritorno all’Arsenal Stadium le inglesi hanno giocato una gara di carattere e di forza, chiudendo il discorso qualificazione in soli sei minuti nel primo tempo con le reti prima di Maanum e poi di Blackstenius.

Le Gunners se la dovranno vedere con le veterane tedesche del Wolfsburg allenate da Tommy Stroot, già vincitrici due volte della massima competizione europea al femminile e che in questa doppia sfida hanno avuto ragione del PSG approfittando al massimo del risultato della gara di andata, che le ha vinte vincitrici per 1-0 grazie a un rigore concesso per fallo in area della parigina De Almeida (poi espulsa per doppio giallo) e trasformato da Janssen per poi gestire il risultato nella gara di ritorno andando prima in vantaggio con Popp e venendo poi raggiunte da Diani poco dopo, divorandosi tantissimi gol durante la gara (clamoroso un palo di Popp a porta praticamente sguarnita).

Le gare di andate delle semifinali si disputeranno il 22 e 23 aprile 2022 e vedranno Wolfsburg e Chelsea in casa, mentre il ritorno si disputerà il 29 e 30 aprile 2023.

Stefano Pellone
Stefano Pellone
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.

MondoPallone Racconta… Cruyff dalla A alla Z

Johan Cruyff (anche se la grafia corretta è Cruijff) ha lasciato questa terra lo scorso 24 marzo all'età di 68 anni. Un personaggio incredibile,...
error: Content is protected !!