CSSL svizzera 31/a – Vince lo Zurigo, il Basilea risponde e rimanda la festa tigurina

In Svizzera, per lo Zurigo, ormai è solo una questione di matematica. Padroni da tempo del torneo, i tigurini, nel primo anticipo della CSSL elvetica, sono partiti fortissimo, trovandosi avanti di due reti dopo soli 9′, grazie a una rete dell’ex Lugano Ceesay, rapido a sfruttare una seconda palla nei 16 metri avversari, e a un gol di Rohner, che si candida a diventare il più bello della stagione. Prima dello scadere Cavaré, per i vallesani, ha accorciato le distanze. Tuttavia, nella ripresa, la capolista ha dilagato, andando in gol  con Aliti al 50′, per poi arrotondare con la doppietta del subentrato Tosin. Qua sotto, le reti dei padroni di casa.

Il giorno dopo, però, il Basilea ha risposto ai rivali di sempre, impedendo loro di festeggiare in anticipo. I renani si sono infatti nettamente imposti in casa sul Lucerna, inguaiando i confederati, ora a -6 dall’ottavo posto occupato dal Sion, che incontreranno nello scontro diretto al Tourbillon l’11 maggio.

Nella lotta per i posti che valgono l’Europa, lo Young Boys di Matteo Vanetta ha portato a casa l’intera posta, per la prima volta con il ticinese in panchina. I bernesi hanno infatti superato il Servette, con una doppietta di Siebatcheu (sinora capocannoniere del torneo con 21 centri) e un golò di Sierro. La vittoria ha consentito ai bernesi di portare a +4 il vantaggio in classifica sul Lugano, che è invece caduto a San Gallo.

I bianconeri, infatti, in formazione rimaneggiata dopo la semifinale di Coppa svizzera di giovedì scorso, sono infatti caduti al kybunpark, nonostante una partenza discreta, dov’erano riusciti a contenere gli avversari, famosi per le loro partenze a ritmi elevatissimi. I ticinesi si sono trovati sotto al 18′ per effetto di un rigore concesso dall’arbiutro dopo un consulto col VAR. Dopo la trasformazione a opera di Görtler, i biancoberdi hanno trovato altre due reti al 32′ e al 34′, grazie a von Moos e Schubert, ma con evidenti responsabilità individuali, soprattutto da parte di Hajrizi, sostituito infatti a fine primo tempo.

Nella ripresa, Croci Torti ha inserito forze fresche, ma il risultato non è cambiato, nonostante un atteggiamento più rilassato dei padroni di casa (che hanno comunque colpito un legno con Schubert, di testa, al 52′) e due buone occasioni non sfruttate da Amoura e Belhadji. Per il Lugano, questa è la terza sconfitta consecutiva in campionato: il terzo posto si allontana, e ora è a rischio anche il quarto, visto che proprio i Brodisti incalzano i sottocenerini a – 2 lunghezze in classifica.

Nella lotta per non retrocedere, importante passo avanti del Grasshopper che, superando in casa il Losanna, lanterna rossa e staccato di 7 lunghezze dal Lucerna al nono posto, ha guadagnato tre punti sui confederati penultimi, sorpassando addirittura il Sion in classifica. Gli uomini di Contini, che saranno impegnati in Ticino la settimana prossima, con quest’affermazione si portano infatti a + 8 dalla compagine della Svizzera centrale.

CSSL svizzera 31/a giornata – risultati

Sabato 23 aprile

Zurigo-Sion  5-1  (2-1)     
Young Boys-Servette  0-1  (2-0)

Domenica 24 aprile

San Gallo-Lugano  3-0  (3-0)  
Grasshopper-Losanna  3-1  (1-1)
Basilea-Lucerna  3-0  (1-0)

CLASSIFICA PROVVISORIA CSSL SVIZZERA 2021/22 – 31/a giornata

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Zurigo +31 69 6 Servette -10 41
2 Basilea +30 56 | 7 Grasshopper -1 35
3 Young Boys +25 50 | 8 Sion -20 34
4 Lugano -6 46 | 9 Lucerna -22 27
5 San Gallo +4 44 | 10 Losanna -29 20

Legenda: qualificata ai preliminari della ChL, qualificate ai preliminari di CL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League