Si arriva ai rigori: il Lugano vola in finale, piegato il Lucerna!

-

Dal nostro inviato a Lugano (CH)

Lugano Lucerna è la rivincita dei quarti dello scorso anno. I bianconeri, due volte in vantaggio, vengono raggiunti, al termine dei tempi regolamentari e supplementari. Decidono i rigori, con Saipi che para i tiri di Ugrinic e Schürpf: il Lugano volerà a Berna, a sfidare il San Gallo di Zeidler. 

Parte il Lugano con la giusta grinta, davanti a uno stadio tutto esaurito da giorni. Custodio è tra i più attivi in questa fase: ci prova al 9′, ma il portiere avversario è attento. Sul successivo corner, il colpo di testa del numero 20 è invece alto sopra la traversa. I ritmi sono elevati, e gli ospiti, in questa fase, soffrono, anche se provano a ripartire, quando riconquistano palla. Al 19′, contropiede di Bottani, lanciato da Celar con una spizzata di testa. Il suo tocco supera il portiere, ma Fridek salva a porta vuota. La partita continua su buoni ritmi: al 31′ Lovrić pesca Valenzuela sul secondo palo, ma il tocco dell’argentino non è efficace. Al 35′ per gli ospiti ci prova Ugrinic da fuori area: di poco fuori bersaglio. Al 37′ Lugano in gol con Bottani, ma l’arbitro annulla dopo consulto col VAR per un precedente fallo di Celar nella fase di preparazione, tra le proteste del pubblico e dei protagonisti.

Ripresa, subito interrotta un paio di minuti per lancio di artifizi pirotecnici dal settore ospite. Nei primi minuti, gli ospiti guadagnano metri: al 53′ punizione dal limite: calcia Ugrinic, Saipi respinge coi pugni. I padroni di casa sono un po’ in difficoltà in questa fase, con i confederati che guadagnano qualche corner, senza esito. Al 67′ ci prova ancora Ugrinic da fuori area, ma non trova la porta. Al 70′ reagiscono i bianconeri, con serpentina di Bottani da sinistra che mette in mezzo, dove nessuno è pronto alla deviazione vincente. Sono i prodromi del gol, che arriva 1′ più tardi: affondo di Rüegg sulla destra, che mette al centro con un retropassaggio. Pasticcio della difesa confederata, con Celar che si avventa sulla seconda palla e insacca, per la gioia di Cornaredo. Frick butta quindi dentro tutte le sue risorse per il serrate finale, coi suoi che si riversano nella metà campo ticinese. Il Crus risponde con Amoura e Durrer. All’89’ pareggio Lucerna: la segna il nuovo entrato Sidler, con una rasoiata precisa sul palo lontano, dopo aver ricevuto palla da sinistra. Il direttore di gara concede ben 6′ di recupero, ma non succede nulla: si va dunque ai supplementari.

Sono subito emozioni: al 92′ viene concesso, dopo consulto al VAR, un calcio di rigore ai padroni di casa per un fallo di mano. Celar trasforma spiazzando il portiere avversario. Ora il tema tattico vede i confederati riversarsi di nuovo in avanti, ma così lasciando spazi al contropiede avversario. Le squadre iniziano ad allungarsi, e ogni contropiede è un’insidia: ma il primo tempo supplementare si chiude senza altre reti. Cambio campo, e bianconeri che cercano di addormentare l’incontro, contro avversari rabbiosi ma affaticati. Al 116′, bellissima percussione di Tasar, che detta il passaggio e si presenta in area a ricevere la sfera da Sidler, sulla destra: il suo tocco s’infrange però sull’asta, a portiere battuto. I bianconeri avrebbero gli spazi, ma non riescono a ripartire: sono frequenti gli errori in appoggio. E, al 119′, il Lucerna trova il pari. Calcio d’angolo, colpo di testa di Schürpf e grande parata di Saipi. L’azione non è però finita, la sfera torna al centro, dove il numero 11 confederato la colpisce ancora di testa. Il tiro è respinto, ma la seconda palla arriva all’ex Abubakar, che insacca, e manda le squadre ai calci di rigore.

Dal dischetto falliscono, per il Lugano, Marić; per il Lucerna, Ugrinic e Schürpf. Il Lugano vola a Berna, col rigore decisivo di Celar: Cornaredo esplode di gioia.

LUGANO-LUCERNA  2-2 – 3-2 dopo i calci di rigore (0-0)

Lugano (3-4-2-1): Saipi 7; Ziegler 6.5, Marić 6.5, Daprelà 6; Lavanchy 6, Lovrić 7, Rüegg 6.5 (120′ Haile Selassie sv), Valenzuela 6.5 (75′ Yuri 6.5); Custodio 6.5 (84′ Durrer 6 -120 Aliseda sv), Bottani 7 (85′ Amoura 6) Celar 6.5. A disp.: Osigwe, Hajrizi, Belhadj, Muci. All.: Croci Torti 7
Lucerna (4-2-3-1): Müller 7.5; Drager 5.5 (76′ Sidler 6), Burch 6, Simani 6.5, Frydek 5.5; Ugrinic 6.5, Jasari 5.5 (72 Tasar 6.5); Ndaye 5.5 (76′ Schürpf 6), Schulz 6, Čumić 6 (62′ Abubakar 6 – 120 Campo sv)), Sorgić 5.5 (62′ Kvasina 6). A disp.: Vasic, Gentner, Grether, Soler. All.: Frick 6
Arbitro: San
Marcatori: 72′ Celar (Lug), 89′ Sidler (Luc), 93′ Celar (Lug, r.), 119 Abubakar (Luc)
Note – Ammoniti: 32′ Lovrić, 91′ Durrer, 96′ Yuri, 102′ Lavanchy (Lug); 88′ Abubakar (Luc)

Silvano Pulga
Silvano Pulga
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.

MondoPallone Racconta… Luís Cubilla, idolo di due nazioni

Addio a Luís Cubilla, stella dell'Uruguay negli anni '60 e '70 da giocatore e allenatore di grande successo in particolare nel periodo d'oro dell'Olimpia...
error: Content is protected !!