Lugano, Croci Torti: “Sto imparando a restare più tranquillo in panchina”

Dal nostro inviato a Lugano (CH).

Tradizionale conferenza stampa di fine partita per Mattia Croci Torti, al termine della partita casalinga vittoriosa contro il Losanna. Ecco le sue principali dichiarazioni.

“Cosa ho pensato dopo il rigore sbagliato? Ero molto sereno, ultimamente cerco di essere meno emozionato. Ma quando la squadra gioca così, bisogna dare i meriti ai ragazzi, a chi l’ha allenata in settimana. Quando sei terzo in classifica, fa una certa impressione, e sono davvero soddisfatto.”

“I gol? Stiamo cercando soluzioni offensive interessanti e nuove, coi centrocampisti che fanno il loro, Bottani che ha molto spazio. Ma Celar sta facendo molto bene, tutto quello che gli chiedo.”

“Il futuro? Ovviamente cercheremo di fare il meglio possibile, giocheremo due amichevoli durante questo periodo di sosta per mantenere il ritmo. Siamo concentrati, andremo a Lucerna per vincere, consapevoli che si tratta di una partita con tantissime implicazioni psicologiche. La Coppa? Ovvio che ci pensiamo, dovremo fare un avvicinamento nel modo migliore possibile. Certo, non sono contento di andare a giocare a Losanna sul campo sintetico lunedì pomeriggio, ma purtroppo il calendario è questo.”

Abbiamo chiesto al mister del suo soggiorno in Germania, nei giorni scorsi: “Decisamente molto interessante confrontarsi con metodi di lavoro diversi, e con un’etica del lavoro particolare. Sono stato particolarmente impressionato dai metodi di lavoro che ho visto, e qualcosa cercherò d’importare anche qui. Anzi, a dire il vero qualcosa c’era già anche oggi. Come considerano il calcio svizzero negli ambienti della Bundesliga? Sicuramente i percorsi europei di Basilea e Young Boys hanno lasciato un buon segno, e un altro i giocatori e gli allenatori che sono qua. Ovviamente, la Nazionale e i suoi risultati recenti non hanno lasciato indifferenti gli addetti ai lavori tedeschi.”