Sensazione: Cabral è un ottimo acquisto per la Fiorentina

Di Álvaro Logullo Neto per MondoSportivo Brasil

Una nuova era inizia a Firenze, da ebbraio. L’addio di Dusan Vlahovic, seppur amaro e turbolento, ha consentito l’arrivo di un nuovo attaccante, che punterà a risarcire la perdita del capocannoniere della Fiorentina. Ad ogni modo, il nuovo acquisto viola non è un semplice numero 9. Conosciuto e apprezzato in Brasile, Arthur Cabral è il nome del momento a Firenze.

Nonostante abbia solo 23 anni, l’attaccante nato nella città di Campina Grande (Paraíba) ha già collezionato numeri molto interessanti in carriera. Sebbene fosse ancora giovane e con solo tre squadre alle spalle in cui ha giocato come giocatore professionista, quando ha avuto le giuste occasioni, ‘King Arthur’, ha risposto. Con gol, assist, e (perché no), personalità!

Preso dal Basilea, l’operazione Cabral è costata 16 milioni di euro (compresi i bonus) alla Fiorentina. Il contratto durerà fino al termine della stagione 2026 e, quindi, l’ex attaccante del Ceará è visto come ‘giocatore del futuro’ a Firenze.

Gli anni al Ceará

Cresciuto nelle giovanili del Vozão, l’inizio della carriera di Arthur Cabral lasciava già intendere le sue potenzialità, e quanto brillasse la sua stella. Questo perché, proprio al suo esordio con la maglia dell’alvinegra, l’allora ragazzo di 17 anni andò subito in gol.

Era il 22 luglio 2015, in una partita della 3a fase della Copa do Brasil contro il Tupi. Arthur Cabral fu mandato in campo dall’allenatore Geninho solo al 46′ del secondo tempo, ma al giovane attaccante bastarono solo 180 secondi per segnare il gol vittoria: il Ceará, quella partita, la vinse 2-1.

Nel 2016, Arthur Cabral passò a far parte delle giovanili del Palmeiras, in prestito, ma non gli ci volle molto per tornare al Vozão. Fece ritorno dopo pochi mesi ma più maturo, chiuse l’anno segnando cinque gol in 22 partite nella stagione 2017. Fu nel 2018, però, che l’attaccante riuscì ad emergere. Dotato di una forza fisica impressionante e di una potenza di tiro assurda col destro, Cabral segnò 24 gol in 55 duelli.

Capocannoniere della Coppa del Nordest, aiutò il Vozão nella corsa alla salvezza in campionato. Nel periodo con il Ceará, Arthur Cabral ha vinto due titoli statali (2017 e 2018).

Numeri di Cabral con il Ceará:
79 partite
4514 minuti giocati
30 gol segnati
0,37 gol a partita
11 gol nel Campeonato Cearense, 2 in Copa do Brasil, 7 in Série A, 4 in Série B, 5 in Copa do Nordeste e 1 in Copa Fares Lopes)
2 assist

Poco spazio nel Palmeiras

Dopo la grande stagione 2018 con il Ceará, Arthur Cabral fu assunto a tempo indeterminato dal Palmeiras, per una cifra che i aggirava sui 2 milioni di euro. Nonostante avesse già giocato con l giovanili del Verdão nel 2016, in prima squadra non riuscì a imporsi come avrebbe voluto.

Il suo esordio, sotto la guida dell’allenatore Felipão, il 23/03/2019. Anche in questo caso, come con la maglia del Ceará, Cabral esordì segnando un gol, contribuendo al pareggio del Palmeiras contro il Novorizontino (1-1), per i quarti di finale del Paulistão. Dopodiché, poca fortuna per lui, in campo solo per altre quattro volte.

Così Arthur Cabral finì in prestito, a metà del 2019, al Basilea, in Svizzera. L’accordo prevedeva un anno di prestito, ma con opzione di riscatto da parte del club elvetico. E la clausola è scattata, motivo per cui il brasiliano non è tornato nel calcio brasiliano. Qui, l’unico gol segnato da Cabral con il Verdão:

Numeri di Cabral con il Palmeiras:
5 partite
233 minuti giocati
1 gol (Campionato Paulista)
0,2 gol a partita

I tanti gol con il Basilea

Nella squadra svizzera, Arthur Cabral si è evoluto in modo impressionante. Ad ogni stagione, il brasiliano ha segnato gol su gol, accumulando premi individuali.

Nella prima stagione, 2019-20, ha piazzato 18 gol in 39 partite. L’anno successivo, 20 palloni scagliati in rete, in 36 partite. In quella in corso, Cabral ha già accumulato 27 gol. Una media impressionante, che gli è valsa il premio come miglior giocatore del campionato svizzero nel 2021. Non è riuscito a far vincere il titolo al Basilea, ragion per cui si è detto comunque dispiaciuto di lasciare la Svizzera. Ma alla Fiorentina, non poteva dire di no.

Cabral, inoltre, dati alla mano è considerabile tra i 10 migliori marcatori dello scorso anno, in tutto il pianeta! Solo nel 2021 ha segnato 39 gol, che gli sono valsi il 9° miglior punteggio nel calcio mondiale. Non c’è da stupirsi che sia stato addirittura convocato dalla squadra brasiliana per sopperire all’assenza di Matheus Cunha, l’anno scorso. L’ex attaccante del Basilea non è mai sceso in campo nelle sfide di qualificazioni ai Mondiali.

In questa stagione, oltre ad essere il capocannoniere del campionato svizzero, Cabral è anche leader nei gol in Conference League.

Statistiche di Arthur Cabral a Basilea:
106 partite
7960 minuti giocati
65 gol
0,61 gol a partita
46 gol in Super League Svizzera, 2 in Coppa Svizzera, 4 in Europa League e 13 in Conference League
19 assist

Nuova sfida a Firenze

Per Arthur Cabral, si apre un nuovo capitolo. A 23 anni giocherà in un campionato molto più difficile dello svizzero, ma che può essere intrigante per lui, considerando il suo stile. Sicuramente la forza fisica sarà un’alleata, così come la sua precisione nel fornire assist. Anche la Fiorentina sta facendo bene in questa stagione, vista l’efficacia offensiva, cosa che mancava nelle stagioni precedenti. Ma ora, Vlahovic, è andato via.

Soprattutto, Cabral dovrà essere bravo a evitare di bruciarsi, ed evitare che diventi un altro ‘Pedro’, passato in modo fulmineo dalla Fiorentina senza nemmeno lasciare traccia. Onestamente non crediamo che succederà. Cabral si è già adattato al Vecchio Continente, e anche se è ancora giovane è un ragazzo serio e concentrato sui suoi obiettivi, e che lotterà per conquistarsi i suoi spazi in viola.