I Pionieri del Calcio – I due John Campbell

Campbell è tuttora un cognome molto diffuso in Gran Bretagna. E anche il nome John è uno dei più utilizzati. Accadde così che a cavallo tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento ci fossero due John Campbell. Entrambi soprannominati Johnny, entrambi scozzesi. Questi due attaccanti fecero le fortune delle rispettive squadre, Sunderland e Aston Villa, con cui segnarono valanghe di gol.

John Campbell (I) nacque nel 1869 e crebbe calcisticamente nel Renton, una delle squadre scozzesi più antiche. Dopo aver vinto la Coppa di Scozia (1888), decise di “emigrare” nel calcio inglese – al Sunderland – insieme ai compagni John Harvie e David Hannah. I tre formavano il cosiddetto “Renton Charge”: centravanti Campbell, interno sinistro Harvie, esterno destro Hannah. Quel Sunderland era una formazione imbottita di talenti e Campbell non tardò a farsi amare dal proprio pubblico. Dopo aver debuttato ufficialmente il 18 gennaio 1890 nel primo turno di FA Cup (sconfitta ai supplementari 4-2 contro il Blackburn Rovers), con i suoi gol contribuì ai tre scudetti vinti dalla sua squadra nel 1891-92, 1892-93 e 1894-95. In particolare nella stagione 1891-92 il suo bottino di reti (32) rappresentò un record per l’età vittoriana.

Nel 1897 si trasferì agli odiati rivali del Newcastle United, con cui giocò i seguenti due campionati. Pur segnando di meno, fu tra i protagonisti della promozione in First Division del 1898 e giocò tra le fila dei bianconeri anche nella stagione successiva, contribuendo alla prestigiosa salvezza. Quello fu il suo ultimo anno da calciatore: appesi gli scarpini al chiodo, divenne licenziatario. Nella sua carriera, comunque, poté vantare anche una presenza nella Nazionale scozzese: per la precisione l’incontro internazionale (non ufficiale) contro il Canada nel 1888.

John Campbell (II) era invece due anni più giovane e cominciò la sua carriera nel Celtic. Negli anni in patria vinse due campionati (1892-93 e 1893-94) e una Coppa di Scozia (1892); poi, come il suo omonimo, nell’estate del 1894 se ne andò in Inghilterra, dove fu ingaggiato dall’Aston Villa. In quel tempo la squadra di Birmingham era tra le più attrezzate per vincere il campionato. E infatti la stagione 1895-96 fu particolarmente redditizia, visto che i Villans vinsero addirittura il Double: prima il campionato, poi la FA Cup, con gol proprio di Campbell nella finale contro l’Everton.

Il richiamo di casa, però, era forte. Così Johnny decise di tornare nel club che lo aveva cresciuto e lanciato nel mondo del calcio. Nel 1897 firmò nuovamente per il Celtic, con cui continuò a giocare fino al 1903, prima di chiudere la carriera al Third Lanark. A differenza dell’altro Campbell, svantaggiato dal fatto che giocasse fuori in Inghilterra (la politica era quella di convocare solo chi giocasse in patria), questi collezionò molte più presenze in Nazionale: ben dodici, condite da quattro reti complessive.