Il Lugano con il Sion ritrova il sorriso: a Cornaredo finisce 2-0 per i ticinesi

Dal nostro inviato a Lugano (CH)

Il Lugano di Croci Torti torna in Ticino, dopo la sconfitta nel recupero di Berna, durante la settimana: di fronte, il tignoso Sion guidato dall’ex Paolo Tramezzani. A prevalere sono i ticinesi, con due gol di Bottani e dell’ex Facchinetti, a conclusione di due efficaci trame offensive allo scadere della prima frazione.

Nelle prime fasi della sfida, i vallesani che leggono sempre con intelligenza le trame offensive ticinesi. I ragazzi di Croci Torti cercano infatti la profondità, ma faticano molto a trovare degli spazi. I biancorossi, quando possono, ripartono in velocità, ma senza mai preoccupare la difesa bianconera, che chiude con efficacia su Itatinga e compagni. In questi casi potrebbero essere decisive le palle ferme e così, al 16′, il Lugano si costruisce una palla gol da calcio d’angolo: colpo di testa di Custodio respinto dal portiere sui piedi di Marić che, da pochi passi, manda sopra la traversa. Servirebbero ritmi più elevati, per superare la difesa vallesana; in questa fase, però, i ticinesi preferiscono far giare palla, alla ricerca di spiragli utili per puntare la porta avversaria. Al 26′ ci prova Ziegler, di testa, sempre su calcio d’angolo: conclusione debole e centrale, bloccata da Fickentscher senza problemi. Al 33′, è il turno degli ospiti di farsi vivi dalle parti di Baumann: la violenta conclusione di Berdayes si spegne però sull’esterno della rete, dopo una deviazione della difesa. Nulla di fatto dal successivo calcio d’angolo. Rispondono 3′ più tardi i padroni di casa con Sabbatini: rasoterra fuori di poco, alla sinistra del portiere avversario. Poi, al 40′, il fulmine Bottani illumina Cornaredo: il Figlio della città si fa trovare libero alle spalle della difesa biancorossa da un filtrante di Custodio, e insacca di prepotenza dal limite dell’area piccola, portando in vantaggio i suoi. Passano 4′ minuti e i bianconeri raddoppiano: è Facchinetti a insaccare di testa un preciso traversone dalla destra di Bottani, a conclusione di una bella trama offensiva. E su questo parziale si chiude la prima frazione.

Si riparte con gli ospiti che provano a prendere in mano le redini del gioco, ma è Sabbatini a scaldare le mani, al 52′, a Fickentscher con una conclusione da fuori sul primo palo: palla deviata in angolo. I bianconeri, in questa fase, controllano e ripartono, cercando la profondità: al 56′ ci prova Lavanchy dal limite, e la sua conclusione è fuori misura di pochi centimetri. Il Lugano giostra decisamente meglio, e alcune giocate di Lovrić e Bottani evidenziano la differenza di livelli individuali con buona parte degli avversari. Al 62′ si fa vivo Cipriano in area bianconera: palla sull’esterno della rete, da buona posizione. Tramezzani, a questo punto, inserisce forze fresche, e porta avanti il baricentro dei suoi di una ventina di metri. Croci Torti fa le sue contromosse: dentro la velocità e la fantasia nelle ripartenze di Amoura assieme ai muscoli e l’intelligenza tattica di Guidotti, e fuori Abubakar e Bottani, che il loro meglio lo hanno già fatto vedere. E proprio l’algerino, al 75′, si lancia verso la porta avversaria, invano inseguito dai centrali avversari: il suo tocco delizioso d’esterno supera Fickentscher, ma si stampa sul palo di destra. Il finale di partita vede i vallesani in avanti, ma sono i ticinesi a controllare tutto sommato con facilità le sfuriate avversarie: all’85’ Stojilković avrebbe una buona occasione, spalle alla porta, ma mette sopra la traversa da centro area. C’è spazio per un’altra bella discesa di Amoura, all’89’, la cui conclusione viene venificata da un tocco di piede di Fickentscher. La partita ormai è giunta al termine e, nonostante i 3′ di recupero concessi dall’arbitro Esther Staubli, non accade più nulla: Lugano batte Sion 2-0.

LUGANO-SION  2-0  (2-0)

Lugano (3-4-2-1): Baumann 6.5; Marić 6, Daprelà 6, Ziegler 6.5; Lavanchy 6.5, Custodio 7 (90′ Hajrizi sv), Sabbatini 6.5, Facchinetti 6.5; Lovrić 6.5 (86′ Da Silva sv), Bottani 7 (70′ Guidotti 6); Abubakar 6 (70′ Amoura 6). A disp.: Osigwe, Lungoyi, Monzialo, Srdić, Muci. All.: Croci Torti 7
Sion (4-4-2): Fickentscher 6.5; Theler 6 (62′ Cavaré 6), Bamert 6, Ndoye 6, Cipriano 6 (80′ Tosetti sv); Wesley 6.5, Serey Die 5.5 (78′ Keita 5), Grgić 5.5, Itatinga 5 (62′ Bua 5); Berdayes  6 (62′ Karlen 5), Stojilković 5. A disp.: Fayulu, Kabashi, Saintini. All.: Tramezzani 
Arbitro: Staubli
Marcatori: 40′ Bottani (L), 44′ Facchinetti (L)
Note – Ammoniti: 56′ Lavanchy, 67′ Custodio (L); 18′ Itatinga, 80′ Keita (S)