CSSL 15/a – Lo Zurigo non si ferma, ma è il Lugano la grande sorpresa

In Svizzera, continua la corsa dello Zurigo. I tigurini hanno infatti vinto lo scontro diretto contro i campioni in carica dello Young Boys, sempre più staccati dalla vetta (9 lunghezze, anche se con due partite da recuperare). A decidere la sfida del Letzigrund è stato un gol di Gnonto, all’83’, che possiamo vedere qua sotto.

Il giorno prima, sullo stesso campo, era stato invece il Lugano a imporsi di misura sul Grasshopper: una vittoria, quella dei ticinesi, per nulla banale, contro una squadra tignosa, grazie a una condotta di gara efficace sul piano tattico, e a un’intelligente gestione dei cambi nella ripresa da parte di mister Croci Torti, sempre più protagonista.

Domani, i bianconeri saranno al Wankdorf per il recupero della sfida della 4° giornata, rinviata per gli impegni europei dei padroni di casa, e si presenteranno in campo con 4 lunghezze di vantaggio sui campioni in carica (che devono recuperare anche la partita casalinga con il Basilea, che si giocherà il 15 dicembre): una situazione francamente inimmaginabile solo qualche settimana fa per una squadra che, tra l’altro, ha visto anche diradarsi le nubi sul suo futuro, dopo la vittoria, domenica scorsa, del SI nel referendum sulla costruzione del Polo Sportivo e degli Eventi nella città in riva al Ceresio, al quale era legato l’ottenimento della licenza per continuare a giocare nella massima serie.

Tornando alla partita di sabato, i ticinesi sono scesi in campo con una formazione offensiva, con Bottani (tornato titolare, dopo aver scontato la squalifica), e Amoura (per la prima volta dall’inizio dopo diverso tempo, nel quale si preferiva farlo partire dalla panchina) e Celar in attacco. Nella prima frazione, però, gli ospiti non sono praticamente mai riusciti a concretizzare il maggior possesso palla, e hanno anzi rischiato qualcosina dietro, soprattutto al 40′, quando Saipi, su conclusione di Sène, ha avuto bisogno dell’aiuto del palo per impedire ai biancoblù di passare in vantaggio.

L’entrata in campo di Custodio, al 51′, è stata la svolta dell’incontro. L’ex pupillo di Celestini ha inizialmente pareggiato il conto dei legni, colpendo l’asta a portiere battuto con una bella conclusione da fuori area al 56′ ma, soprattutto, ha preso in mano il gioco dei compagni, intestandosi poi, all’80’, la rete decisiva, con un colpo di testa ravvicinato dopo che la sfera, calciata da Lavanchy, aveva colpito l’asta. Per il Crüs, quindi, quarto successo consecutivo che, da queste parti, non si vedevano dai tempi di Tramezzani.

Dal canto suo, l’ex tecnico del Lugano, oggi alla guida del Sion, ha guidato i suoi al successo casalingo contro il San Gallo. Al Tourbillon la sfida, chiusasi in pareggio (1-1) dopo la prima frazione, è stata decisa da un uno/due di Wesley (62′ e 64′), che ha fissato il punteggio in modo definitivo. 3 punti d’oro, per i vallesani, che si staccano così dalla linea, dove restano invece ancora intrappolati Losanna e Lucerna.

I confederati, che avevano esonerato Celestini dopo la sconfitta a Lugano, sono caduti in casa di fronte a un Basilea come sempre solido e concreto, mente il Losanna è stato duramente battuto in casa dal Servette nell’attesissimo derby del Lemano, giocato sotto la neve, con oltre 2.000 ginevrini presenti, che il club ha ringraziato con un Tweet loro dedicato, e che vediamo qua sotto.

CSSL svizzera 15/a giornata – risultati

Sabato 27 novembre

Grasshopper-Lugano  0-1  (0-0)     
Sion-San Gallo  3-1  (1-1)

Domenica 28 novembre

Zurigo-Young Boys  1-0  (0-0)  
Losanna-Servette  0-3  (0-0)
Lucerna-Basilea  1-3  (0-1)

CLASSIFICA PROVVISORIA CSSL SVIZZERA 2021/22 – 15/a giornata – Basilea e Lugano una partita in meno –  Young Boys 2 partite in meno

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Zurigo +9 31 6 Servette -4 18
2 Basilea +19 29 | 7 Sion -10 18
3 Lugano +6 26 | 8 San Gallo -11 15
4 Young Boys +14 22 | 9 Losanna -15 11
5 Grasshopper +2 18 | 10 Lucerna -10 10

Legenda: qualificate ai preliminari della ChL, qualificate ai preliminari di CL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League