Allsvenskan 24/a – Stoccolma vola, in attesa del turno infrasettimanale

L’Allsvenskan continua a correre, e a divertire gli appassionati. Davanti, le due compagini di Stoccolma nel gruppo di testa hanno fatto bottino pieno, sorpassando in classifica il Malmö, fermato sul pareggio esterno dal coriaceo Varbergs. Vittoria netta anche per l’Elfsborg, che raggiunge i campioni in carica a 45 punti, accreditandosi tra le possibili vincitrici del titolo. E mercoledì è in programma un Malmö-AIK che promette scintille, fermo restando che non sarà una partita decisiva.

Ha aperto le danze il Djurgården nell’anticipo di sabato, superando il Kalmar in casa, con qualche patema, dopo aver chiuso in vantaggio 3-0 la prima frazione. Domenica, invece, l’AIK ha superato in casa, con l’ennesima vittoria di misura, un Norrköping ormai fuori dai giochi. Molto emozionato l’ex allenatore degli Gnaget Norling, ora sulla panchina dei Peking. Grandi complimenti, da parte sua, per l’autore del gol, al 24′, Nicolas Stefanelli (Fotboll Sthml): “Sono incredibilmente sorpreso da come gioca, me n’ero già accorto all’andata di quanto fosse migliorato. Forse ero io che mi sbagliavo a dargli poco spazio, probabilmente era così. È abile, qualunque cosa faccia. Può giocare in avanti, esterno di centrocampo, magari anche da trequartista e farlo bene.”

Solo un pareggio, invece, per il Malmö sul campo del Varbergs, mentre è bastato un solo tempo all’Elfsborg per sbarazzarsi del Sirius. Gli Eleganterna, al terzo successo consecutivo, sono così rientrati in pieno nella lotta per il titolo. Sarà importante, per loro, essere ancora in corsa il 29 novembre, alla penultima giornata, quando dovranno vedersela, sul proprio terreno, con l’AIK.

Nella parte bassa della classifica, invece, il Degerfors, vincendo il derby in trasferta a Örebro, ottiene 3 punti che valgono il triplo: scontro diretto, in un derby e probabile colpo di grazia ai rivali di sempre. Una giornata che resterà nella storia del club biancorosso. Felice il cannoniere Edvardsen (DPlus): “La pressione era tutta su di loro. Non è stato facile all’inizio, ma poi abbiamo trovato la rete del vantaggo, e loro non sono riusciti a reagire.” Nel Tweet DPlus qua sotto le feste dei giocatori e dei tifosi ospiti, e la disperazione degli avversari.

Opposte, ovviamente, le reazioni in casa bianconera. Il tecnico Marcus Lantz ha parlato di una sconfitta dolorosissima, e anche il capitano, Nordin Gerzić, è andato giù durissimo: (DPlus): “È molto difficile stasera trovare le parole per esprimere ciò che ho dentro. Sono incredibilmente deluso, non solo per stasera ma per tutto l’andamento della stagione”.

Per quanto riguarda le altre, l’Östersunds è uscito dalla Tele2Arena di Stoccolma sconfitto ma con l’onore delle armi, mentre il Göteborg ha continuato la propria serie positiva andando a vincere un importante scontro diretto sul campo del Mjälby. Anche l’Halmstad ha dimostrato di voler lottare sino alla fine, andandosi a prendere l’intera posta a Hisingen. La lotta per evitare il terzultimo posto diventa incandescente e, se dietro continueranno a correre, dall’Häcken (31 punti) in giù nessuno potrà dirsi tranquillo.

Allsvenskan 2021 24/a giornata – risultati

Sabato 23 ottobre

Djurgården-Kalmar  3-2  (3-0)
Häcken-Halmstad  2-3  (2-1)

Domenica 24 ottobre

Mjälby-Göteborg  1-3  (0-1)
Hammarby-Östersunds  4-3  (2-3)
AIK-Norrköping  1-0  (1-0)
Varbergs-Malmö  1-1  (1-1)
Elfsborg-Sirius  3-0  (3-0)

Lunedì 25 ottobre

Örebro-Degerfors  1-2  (0-2)  

CLASSIFICA PROVVISORIA ALLSVENSKAN 2021  – 24/a giornata 

Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti | Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti
1 Djurgården 40/23 47 | 9 Sirius 26/40 30
2 AIK 33/19 47 | 10 Varbergs 27/30 29
3 Malmö 49/26 45 | 11 Göteborg 29/33 28
4 Elfsborg 41/25 45 | 12 Degerfors 27/41 28
5 Hammarby 41/33 40 | 13 Mjälby 23/22 27
6 Norrköping 37/29 39 | 14 Halmstad 19/23 26
7 Kalmar 29/29 37 | 15 Örebro 17/48 16
8 Häcken 40/35 31 | 16 Östersunds 23/45 13

Legenda: qualificata ai preliminari di ChL, qualificate ai preliminari di CL, allo spareggio per non retrocedere con la terza classificata in Superettan, retrocesse in Superettan