CSSL svizzera 10/a – Allunga il Basilea, insegue lo Zurigo, rallenta lo Young Boys

In Svizzera, bella prova di forza del Basilea. I renani, rimasti in dieci al Tourbillon a 2′ dal 90′ per l’espulsione di Cömert (rosso diretto dopo un fallo su Stojilković), hanno infatti trovato la vittoria poco prima del termine, grazie a una bellissima conclusione da fuori areai di Zhegrova. Grande gioia per i rossoblù, alla quale ha fatto da contraltare la delusione di Tramezzani, per la terza volta sulla panchina biancorossa.

Dietro, lo Zurigo ha fatto bottino pieno contro il Lugano, alla prima sconfitta con Mattia Croci-Torti alla guida. I bianconeri hanno fatto una discreta partita in difesa (con un ottimo Osigwe, almeno sino alla rete subita, messa a segno dall’ex Ceesay al 77′), risultando però deficitari nella fase offensiva. Primo tempo senza reti, con i tigurini i quali, dopo un avvio balbettante, sono saliti in cattedra col passare dei minuti, creando qualche grattacapo agli avversari. Di rilievo una grande parata di Osigwe, su punizione di Marchesano, al 36′, col ticinese ex Bienne che ha poi sparato alto, 4′ più tardi, da posizione favorevole.

La ripresa è iniziata con lo stesso copione della prima frazione, con i padroni di casa a prendere in mano le redini del gioco dopo una ventina di minuti di gioco. Il gol decisivo è nato da un lancio col contagiri di Marchesano per l’ex Ceesay, che ha insaccato con un bel diagonale sul secondo palo. Infruttuosa e sterile la reazione ticinese, nonostante i cambi messi in campo dal Crus.

Solo un pareggio, invece, per lo Young Boys a Berna contro il Lucerna, acciuffato tra l’altro in pieno recupero. I campioni in carica, però, non hanno rubato nulla, contro una squadra confederata che, trovatasi in vantaggio al 30′ grazie a un rigore trasformato da Schulz per fallo di Martins su Burch, non ha saputo sfruttare la superiorità numerica concretizzatasi 9′ più tardi, per l’espulsione proprio di Martins. Dopo un cervellotico annullamento della rete del pareggio al 55′, e diversi interventi decisivi del portiere ospite, i gialloneri hanno infine colto il meritato pareggio grazie  a Ngamaleu, nell’ultima azione disponibile prima del fischio finale. Per i confederati sfuma così la prima vittoria stagionale nel torneo, e si concretizza l’ultimo posto in classifica.

Prima vittoria in campionato per il Losanna. I romandi hanno infatti superato in casa il Grasshopper, tramortito da due gol nei primi 8′, messi a segno da Amdouni e Puertas, su punizione. Rimasti in 10 per l’espulsione di Chafik al 54′ (doppia ammonizione), i padroni di casa hanno subito il ritorno degli ospiti, concretizzato dal gol di Bonatini su rigore, prima di ristabilire le distanze con una altro tiro dagli undici metri a 10′ dal 90′, trasformato da Puertas.

Sempre in coda, torna alla vittoria il San Gallo, dopo 4 sconfitte consecutive. Gli uomini di Zeidler hanno infatti avuto la meglio sul Servette, con tante emozioni a fine partita. I Grénats avevano infatti pareggiato, con l’ex Lugano Rouiller, all’85’ la rete del vantaggio biancoverde messa a segno da Duah al 35′. Guillemenot, in pieno recupero, ha messo a segno la rete decisiva per i suoi, convalidata dopo l’intervento del VAR.

CSSL svizzera 10/a giornata – risultati

Sabato 16 ottobre

Zurigo-Lugano  1-0  (0-0)     
Young Boys-Lucerna  1-1  (0-1)

Domenica 17 ottobre

Sion-Basilea  0-1  (0-0)  
San Gallo-Servette  2-1  (1-0)
Losanna-Grasshopper  3-1  (2-0)

CLASSIFICA PROVVISORIA CSSL SVIZZERA 2021/22 – 9/a giornata – Young Boys e Lugano una partita in meno

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Basilea +16 22 6 Servette -5 12
2 Zurigo +6 20 | 7 San Gallo -9 9
3 Young Boys +16 18 | 8 Sion -11 6
4 Lugano +2 14 | 9 Losanna -10 7
5 Grasshopper +2 13 | 10 Lucerna -7 6

Legenda: qualificate ai preliminari della ChL, qualificate ai preliminari di CL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League