Lugano, Jacobacci: “Proveremo a sorprendere il Servette”

Conferenza stampa del venerdì per Maurizio Jacobacci, che annuncia per prima cosa i non convocati per la sfida di domenica con il Servette: a Marić (squalificato) e Baumann, si aggiungono anche Macek e Guidotti, che lamentano problemi fisici.

“La sfida con il Servette è importante” ha detto il tecnico bianconero (FC Lugano pagina Facebook)“Io, fin quando la matematica non ci verrà a conforto, continuerò a guardare indietro: Sion e Vaduz non sono lontanissimi. Tuttavia, non posso negare che fare tre punti domenica sarebbe importantissimo anche in ottica alta classifica: siamo lì sopra, sarebbe bellissimo arrivare secondi o terzi. Il risultato, in questa fase, conta moltissimo. In questo sprint finale sarà importante l’aspetto mentale: dal punto di vista fisico, bene o male, abbiamo raggiunto il livello massimo.”

Si è quindi passati all’analisi dell’avversario di domenica: “Il Servette è una squadra di livello, che vuole e che sa giocare a calcio. Nelle ultime due partite ha subito dieci gol, anche perché hanno avuto diverse assenze di livello. Mi aspetto quindi il rientro di qualche elemento importante, e un conseguente deciso miglioramento, da parte loro, sulla fase difensiva. Questo farà sì che ci dovremo impegnare per trovare delle soluzioni offensive, ma senza perdere il nostro equilibrio dietro: sappiamo, infatti, che hanno un ottimo potenziale offensivo, e bisognerà evitare di farsi sorprendere. Non potremo solo aspettarli e sperare in un contropiede, ma dovremo provare a spingere, inducendoli all’errore: noi sappiamo giocare in tanti modi, proveremo a sorprenderli.”

Si è poi parlato della condizione odierna di alcuni elementi, per esempio Mattia Bottani“In questo periodo sta facendo molto bene piazzato in mezzo, dietro alle punte. Lì rende al massimo, e cerco di metterlo a suo agio, dove può svariare a tutto campo, cercando di dargli il necessario supporto.”

Il discorso si è poi spostato sul momento attuale della squadra, decisamente positivo“Non credo che qualcuno avrebbe potuto pronosticare, a questo punto del campionato, che saremmo stati a pari punti con il Basilea, a giocarci il secondo e il terzo posto in classifica. Mi auguro che si possa arrivare fino in fondo, anche facendo prestazioni come quella di mercoledì sera con il San Gallo, dove la squadra ha saputo soffrire, contro una compagine che ci ha messo in difficoltà, ma che è stata contenuta, anche grazie a un grande lavoro dal punto di vista fisico.”

“Abbiamo lasciato qualche punto per strada, però le difficoltà ci hanno fatto intraprendere una via, che stiamo seguendo. Il gruppo ha fatto bene, anche quelli che non potevano giocare: ognuno ha il suo ruolo, lo ha saputo accettare, anche se con qualche logico malumore. I risultati sono tra l’altro figli del grande lavoro settimanale in allenamento. Certo, possiamo e dobbiamo migliorare nella fase d’attacco: però penso che l’aspetto difensivo sia importante. Abbiamo la seconda difesa del campionato, e conta molto per la squadra sapere che basterà anche solo un gol per portare a casa il risultato.”