Lo Young Boys è campione di Svizzera per la quarta volta consecutiva!

Con sette giornate d’anticipo, lo Young Boys si laurea, per la quindicesima volta (la quarta consecutiva) campione di Svizzera. Pronostici rispettati, dunque, per una compagine che, almeno in campionato, non ha quasi mai steccato. La certezza matematica è arrivata ieri, dopo la netta vittoria casalinga con il Lugano di Jacobacci.

I bianconeri non hanno fatto la vittima designata, tutt’altro. I sottocenerini hanno avuto una partenza gagliarda, su buoni ritmi, e hanno sfiorato il vantaggio al 7′ con Sabbatini, su azione personale. Col passare dei minuti, tuttavia, sono stati i gialloneri a guadagnare metri e, dopo un paio di palle ferme di Sulejmani, alle quali Osigwe ha risposto con buoni riflessi, sono passati al 39′ con il bomber Nsame, bravo a sfruttare un rinvio difettoso di Facchinetti non addomesticato dai compagni. 

Con la partita ormai incanalata sui giusti binari, ai padroni di casa è bastato continuare a spingere nel secondo tempo, per mettere al sicuro il punteggio. Grande protagonista è stato proprio Nsame il quale, dopo essersi visto annullare un gol di testa, è andato in gol ancora al 68′ con un tocco sottomisura, favorito da un errore di posizionamento della retroguardia sottocenerina, e la 76′ su rigore. 

Quindicesimo titolo, quindi, per i bernesi, con 7 turni d’anticipo: eguagliato il record del 2019. Per gli amanti della statistica, la squadra giallonera ha ripetuto un’impresa già riuscita tra il 1956/57 e il 1959/60. Tutto lascia però pensare che la serie, a questo giro, possa allungarsi. La compagine della capitale, in questo momento, sta dominando sotto tutti i punti di vista, avendo preso il posto del Basilea il quale, al contrario, si sta dibattendo in una crisi societaria piuttosto travagliata anche se, nelle ultime due giornate, dopo l’addio di Sforza, sembra avere ritrovato i risultati.

Certo, come tutti gli altri, anche questo è un torneo con l’asterisco, condizionato com’è stato dal Coronavirus. Rinvii, giocatori assenti, problematiche varie e, soprattutto, l’assenza degli spettatori, a parte qualche partita d’inizio stagione. Gerardo Seoane, ai microfoni della RSI, non ha potuto che prenderne atto: “È senza dubbio una situazione particolare. Vincere così, senza spettatori, da una parte è sicuramente triste. Tuttavia sono soddisfatto per la vittoria, ovviamente, e anche per il lavoro fatto. Sono fiero dei miei: è stata una stagione di conferme, ma non solo. Abbiamo recuperato Lauper, che veniva da un infortunio pesante, e inserito giovani interessanti in prima squadra.”

Il tecnico, in questi anni, ha fatto vedere cose interessanti, e ha fatto anch’egli esperienza: logico che qualcuno lo abbia collocato in realtà calcistiche più grandi. Seoane, ovviamente, non si nasconde: “Sono concentrato sul mio lavoro, ho appena rinnovato il contratto, ho fatto delle belle esperienze in Svizzera: squadre giovanili, Lucerna dove c’era in ballo la salvezza. Tutto mi è servito a crescere, e saranno utili per il prossimo passo. Non ho fretta: sono consapevole di ciò che potrebbe prospettarsi e, se accadrà, mi siederò a un tavolo a discuterne. Credo di essere mi pronto, ma non dipende solo da me.”

In definitiva, come abbiamo già scritto in passato, i gialloneri stanno raccogliendo quanto seminato negli anni passati. Dietro c’è tanta organizzazione, uno scouting intelligente che unisce il presente e il passato: ci è capitato, in qualche occasione, di vedere ancora degli anziani osservatori con penna e quadernino a prendere nota di movimenti e schemi dei giocatori avversari. Il successo, come sempre, è frutto del lavoro anche oscuro di tanti. Oggi hanno vinto anche loro, così come i tifosi chiusi in cssa, loro malgrado, e al quale il tecnico e la squadra hanno dedicato pensieri affettuosi. L’anno prossimo, ce lo auguriamo, sarà diverso.

RSL svizzera 29/a giornata – Risultati finali

Sabato 17 aprile

Sion-Zurigo  2-2  (1-1)  
San Gallo-Lucerna  0-0

Domenica 18 aprile

Young Boys-Lugano  3-0  (1-0)
Losanna-Vaduz  2-1  (0-1)
Basilea-Servette  5-0  (3-0)

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2020/21 

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Young Boys +35 66 | 6 Zurigo -3 35
2 Basilea +6 42 | 7 San Gallo -4 34
3 Servette -6 41 | 8 Lucerna 0 32
4 Losanna +2 40 | 9 Vaduz -13 32
5 Lugano +1 40 | 10 Sion -16 26

Legenda: qualificate ai preliminari della ChL, qualificate ai preliminari di CL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League.