20 tiri e 77% di possesso palla, ma il Troyes riesce a perdere 5-1

È una storia già vista in parte: una squadra domina il possesso palla, sembra controllare la gara e poi perde. Ma i numeri emersi nella sfida di ieri sera tra Troyes e Nancy, in Ligue 2, sono a dir poco sorprendenti e per niente favorevoli ai padroni di casa, capolisti nella seconda serie francese. Alla fine della partita, il Nancy si è imposto con un clamoroso 5-1, in una gara che li vedeva decisamente svantaggiati, anche considerando la differente posizione di classifica (i biancorossi si trovano giusto a metà, ben lontani dalla zona playoff).

Ma ciò che è ancora più curioso emerge dalle statistiche del dopo partita. Il Troyes ha letteralmente dominato la gara: 77% di possesso palla, 20 tiri (ma soltanto 3 in porta) contro i 9 degli avversari, 557 passaggi riusciti contro 118. Eppure il risultato finale è stato implacabile per la capolista, crollata praticamente a ogni tiro in porta della squadra ospite. Non ci sono dubbi che a influenzare l’andamento della partita siano stati anche i due rigori, piuttosto contestati, trasformati da Rocha Santos nei primi 20′ per il Nancy, ma dopo un dominio simile da parte dei padroni di casa ci si aspettava tutt’altro risultato e non di certo peggiorativo, fino al pokerissimo finale, nella ripresa. Giornata nera per il Troyes per cui, tra l’altro, l’unica rete segnata è stata dovuta a un autogol di Haag.