La serata di gloria di Hauke Wahl, il difensore dell’Holstein Kiel che ha eliminato il Bayern dalla Coppa di Germania

1900, centoventuno anni fa. Non nasceva solo il Bayern Monaco, squadra che ha quasi monopolizzato il calcio tedesco degli ultimi anni. In quell’anno veniva fondato anche l’Holstein Kiel, formazione di Serie B tedesca che ieri è riuscita nel miracolo: eliminare, ai calci di rigore, proprio i campioni bavaresi dalla Coppa di Germania. E pensare che il Bayern non subiva una sconfitta con un club cadetto dalla stagione 2003/04, quando a estrometterlo fu l’Aachen.

La serata di gloria dell’Holstein Kiel porta la firma del difensore centrale Hauke Wahl. Al 94′, quando mancava un solo minuto di recupero al termine della gara, ha realizzato il 2-2 con uno stacco imperioso che ha lasciato di stucco Neuer. E nella lotteria dei rigori, ha segnato uno dei penalty che ha consegnato la storica qualificazione alla sua squadra. Carriera senza squilli, quella di Wahl. Dopo aver esordito tra i professionisti nel 2013, proprio con la maglia dell’Holstein Kiel, aveva tentato l’avventura al Paderbom, appena retrocesso dalla B tedesca. L’esperienza era stata tutto sommato positiva e si era guadagnato la chiamata dell’Ingolstadt, alla seconda stagione in Bundesliga. Ma Wahl non era riuscito a imporsi ed era finito ai margini. Così era arrivato, nel gennaio 2017, il prestito all’Heidenheim.

Nel 2018 Wahl è tornato nel club che lo ha lanciato. Non sapeva ancora che, poco più di due anni più tardi, sarebbe entrato nella storia. Che avrebbe firmato, con una penna a inchiostro indelebile, una bella favola. Grazie alle sue due prodezze il “Davide” Holstein Kiel ha battuto il “Golia” Bayern Monaco, dimostrando che non solo in Italia la Coppa nazionale viene un po’ sottovalutata dalle formazioni principali.