Fantacalcio Serie A 2020/21: alla scoperta di… Lisandro Magallán

Nome: Lisandro Magallán
Nazionalità: Argentina (con passaporto italiano)
Età: 27
Altezza: 185 cm
Nazionale: no
Piede: destro
Ruolo principale: difensore centrale
Eventuali altri ruoli: –
Valutazione calciomercato: 4.8 milioni
Perché acquistarlo: potrebbe diventare il leader difensivo del Crotone
Perché non acquistarlo: ha giocato poco nelle ultime stagioni
La nostra fanta-valutazione (da 1 a 5): **

LE CARATTERISTICHE – È un difensore roccioso, forte fisicamente e dotato di buone capacità di anticipo. Nonostante non sia un fulmine di guerra, sa sporcare palloni anche agli attaccanti più veloci e utilizzare un po’ di rudezza nei suoi interventi. Guillermo Schelotto lo aveva paragonato a Samuel per le sue caratteristiche fisiche, da stopper. Si fa rispettare anche nell’area avversaria sui calci piazzati, ma la sua dote principale è la decisione con cui comanda il reparto arretrato.

LA CARRIERA – Comincia a tirare calci a un pallone nelle giovanili del Gimnasia La Plata, con cui debutta nel 2010, ad appena 17 anni. Dopo due buone stagioni viene ingaggiato dal Boca Juniors, che lo fa esordire anche in Copa Libertadores. Nonostante una crescita evidente, gli Xeneizes lo cedono in prestito al Rosario Central e al Defensa y Justicia. Il 2016 è l’anno del ritorno definitivo al Boca: gioca tre stagioni importanti, che gli consentono di schiudersi l’approdo in Europa. Nel 2019 lo acquista l’Ajax, con l’intento di sostituire il partente De Ligt, ma in Olanda Magallán fa un buco nell’acqua – solo una presenza, anche a causa di infortuni – e viene spedito in prestito all’Alaves. In estate lo preleva il Crotone, in prestito con diritto di riscatto dai Lancieri.

LO PRENDIAMO AL FANTACALCIO? Magallán è un giocatore di grande temperamento, che potrebbe trovare in Italia il suo habitat naturale. Il 3-5-2 di Stroppa dovrebbe consentirgli di giocare da titolare con continuità. Qualche dubbio rimane, semmai, riguardo alle sua condizioni fisiche, visto che è stato soggetto a diversi infortuni nel corso della carriera. Non è un goleador, ma come dicevamo sopra, sa farsi rispettare anche in attacco. Nonostante la rudezza dei suoi contrasti non è un difensore dal cartellino facile. Non una prima scelta, ma se volete un potenziale titolare fisso da piazzare come quinto o sesto in rosa, potete scommetterci qualcosa.

Condividi
Empolese e orgoglioso di esserlo, ha cominciato ad amare il calcio incantato dal mito di Van Basten. Amante dei viaggi, giocatore ed ex insegnante di tennis, attualmente collabora con pianetaempoli.it.