Fantacalcio Serie A 2019/20: i consigli su chi schierare e chi evitare nella 31/a giornata

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa da maledire a lungo. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi regaliamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

Trentunesima giornata di campionato all’orizzonte: stasera in campo le prime della classe, a cominciare dalla Lazio, che alle 19:30 sfiderà il Lecce al Via del Mare; poi alle 21:45 big match Milan-Juventus. Domani sei partite: Fiorentina-Cagliari e Genoa-Napoli alle 19:30, Torino-Brescia, Roma-Parma, Atalanta-Samp e Bologna-Sassuolo alle 21:45. Si chiude giovedì con SPAL-Udinese (19:30) e Verona-Inter (21:45).
GLI ASSENTI – Salteranno il turno 15 squalificati: Tachtsidis, de Ligt, Dybala, Ger. Pezzella, Carboni, Koulibaly, Demme, Palomino, Soriano, Djuricic, Izzo, Cionek, Sema, D’Ambrosio e Bastoni. Oltre a questi e agli infortunati di vecchio corso, qualche acciaccato recente (Correa, Luca Pellegrini, Vieira, Obiang, Smalling, Borini, Barella e Moses) e alcuni giocatori in dubbio: Meccariello, Calhanoglu, Alex Sandro, De Sciglio, Dragowski, Ribery, Ceppitelli, Pereiro, Criscito, Medel e Badu.
LA TOP 11 (3-4-3) – Gollini (Atalanta); Skriniar (Inter), Manolas (Napoli), Gosens (Atalanta); Cuadrado (Juventus), Dominguez (Bologna), Lor. Pellegrini (Roma), Verdi (Torino); Petagna (SPAL), Vlahovic (Fiorentina), Immobile (Lazio).
LA CERTEZZA – Ha saltato un turno per squalifica e la Lazio ha perso 3-0. Sarà un caso, ma i biancocelesti non possono prescindere da Ciro Immobile. Il capocannoniere incontrastato della Serie A è pronto a riprendere posto nell’attacco laziale e ha già messo nel mirino quota 30. Contro il Lecce può essere il momento giusto, anche perché i salentini a livello difensivo ultimamente stanno concedendo tanto.
LA SORPRESA – Non ha avuto tante chance per mettersi in mostra da quando è arrivato in Italia, ma Nicolas Dominguez a San Siro contro l’Inter ha fatto bene, sfornando l’assist per la rete della vittoria di Barrow. Domani al Dall’Ara contro il Sassuolo avrà un’altra grande possibilità, anche perché Mihajlovic dovrà fare a meno dello squalificato Soriano.

LA FLOP 11 (3-4-3) – Sepe (Parma); Lucioni (Lecce), Rugani (Juventus), Colley (Sampdoria); Zaccagni (Hellas Verona), Cigarini (Cagliari), Bentancur (Juventus), Elmas (Napoli); Gabbiadini (Sampdoria), Muriel (Atalanta), Defrel (Sassuolo).
LA CERTEZZA IN NEGATIVO – Contro la Samp, sua ex squadra, probabilmente non giocherà titolare. Nonostante i 16 gol in campionato, Luis Muriel è uno di quegli attaccanti a “intermittenza”, perché chiuso da un mostro come Duvan Zapata. Tra l’altro, ha giocato titolare a Cagliari, ragion per cui Gasperini dovrebbe preferirgli il connazionale visti gli impegni ravvicinati.
LA CONTRO-SCOMMESSA – Nella sorpresa Hellas Verona lui ha giocato un ruolo importante, mettendo a segno due gol e realizzando quattro assist vincenti fino a questo momento. Parliamo di Mattia Zaccagni, centrocampista/trequartista scaligero, che giovedì sfiderà l’Inter al Bentegodi. Eppure, sembra che il classe ’95 sia in aperto ballottaggio con Verre. Tradotto: se avete di meglio, non esitate a lasciarlo in panchina.

 

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.