Fantacalcio Serie A 2019/20: i consigli su chi schierare e chi evitare nella 27/a giornata

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa da maledire a lungo. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi regaliamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

Dopo l’antipasto di Coppa Italia e i recuperi della 26/a giornata di Serie A è finalmente tempo di rifare la formazione del Fantacalcio. Oltre tre mesi sono passati dall’ultima volta, in mezzo una pandemia, tante vittime e infiniti dubbi sulla ripresa del campionato. Eppure, la Serie A ha deciso di ripartire (e probabilmente per lei hanno deciso i numerosi interessi economici in campo) e con essa si rimettono in moto le nostre leghe fantacalcistiche.
La 27/a giornata prenderà il via oggi con tre anticipi: Fiorentina-Brescia e Lecce-Milan alle 19:30, Bologna-Juve alle 21:45. Martedì altre quattro gare (fari puntati su Verona-Napoli), infine mercoledì si chiude con Inter-Sassuolo alle 19:30, Roma-Samp alle 21:45 e, alla stessa ora, il big match di giornata: Atalanta-Lazio.
GLI ASSENTI – Buone e vecchie abitudini da rispolverare: un’occhiata agli assenti di giornata non farà di certo male. Mancheranno all’appello, infatti, gli squalificati Donati, Bani, Schouten, Santander, Ceppitelli, Cigarini, Borini, Marchetti, Marlon e Pašalić. A questi si aggiungono diversi infortunati, alcuni vecchi, altri che hanno dato forfait durante il periodo di chiusura: Kouamé, Chancellor, Cistana, Bisoli, Dell’Orco, Deiola, Barák, Farias, Musacchio, Duarte, Ibrahimović, Skov Olsen, Demiral, Alex Sandro, Khedira, E. Berisha, Faragò, Oliva, Nainggolan, Pavoletti, Eysseric, Radovanović, Baselli, Verdi, Sensi, Romagna, Luiz Felipe, Lulić, Zaniolo e Alex Ferrari. Infine, qualche giocatore in dubbio: Higuaín, Pereiro, Pessina, Ansaldi, Prodl, Brozović, Toljan, Iličić, Lucas Leiva, Pau López e Quagliarella.
LA TOP 11 (3-4-3) – Handanović (Inter); Lirola (Fiorentina), Smalling (Roma), Criscito (Genoa); Malinovskyi (Atalanta), Barella (Inter), Bonaventura (Milan), Birsa (Cagliari); Vlahović (Fiorentina), Petagna (SPAL), Belotti (Torino).
LA CERTEZZA – Dopo il rigore fallito sabato contro il Parma, Andrea Belotti avrà fame di rivalsa e l’occasione è di quelle ghiotte: la sfida interna contro l’Udinese può essere la gara del Gallo, e il Toro farà completo affidamento sulla verve del suo attaccante migliore. Dopo l’inaspettato malus di qualche giorno fa, dunque, i fantallenatori si attendono almeno un +3 dal centravanti granata.
LA SORPRESA – In realtà persiste il ballottaggio con Cutrone, ma il serbo Dušan Vlahović è l’indiziato numero uno per occupare il centro dell’attacco viola contro il Brescia. L’impegno non è certo impossibile (le Rondinelle sono ultime con un pesante ritardo sulla zona salvezza) e il giovane attaccante al servizio di Iachini prima del blocco del torneo aveva preso una certa confidenza col gol.

LA FLOP 11 (3-4-3) – Ospina (Napoli); G. Ferrari (Sassuolo), Yoshida (Sampdoria), Dijks (Bologna); Bernardeschi (Juventus), Milinković-Savić (Lazio), Ekdal (Sampdoria), Sema (Udinese); Donnarumma (Brescia), Milik (Napoli), Palacio (Bologna).
LA CERTEZZA IN NEGATIVO – Non è il momento migliore per schierare Sergej Milinković-Savić. La Lazio è in piena corsa per lo scudetto, ma la gara dell’Atleti Azzurri d’Italia è a dir poco proibitiva. L’Atalanta ha dimostrato ieri contro il Sassuolo di essere in forma smagliante, come se il tempo si fosse fermato allo scorso marzo. Sarà battaglia a Bergamo ed è più lecito attendersi dal serbo un giallo piuttosto che qualche bonus.
LA CONTRO-SCOMMESSA – Arrivato alla Samp per aggiustare la difesa, Maya Yoshida ha sofferto parecchio contro Lukaku e Lautaro, motivo per cui non ci sembra prudente schierarlo mercoledì all’Olimpico contro Džeko e compagni. Anche perché il giapponese potrebbe essere risucchiato nel turnover che inevitabilmente riguarderà anche il pacchetto arretrato dei liguri.