Fantacalcio Serie A 2019/20: i consigli su chi schierare e chi evitare nella 27/a giornata

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa da maledire a lungo. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi regaliamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

Dopo l’antipasto di Coppa Italia e i recuperi della 26/a giornata di Serie A è finalmente tempo di rifare la formazione del Fantacalcio. Oltre tre mesi sono passati dall’ultima volta, in mezzo una pandemia, tante vittime e infiniti dubbi sulla ripresa del campionato. Eppure, la Serie A ha deciso di ripartire (e probabilmente per lei hanno deciso i numerosi interessi economici in campo) e con essa si rimettono in moto le nostre leghe fantacalcistiche.
La 27/a giornata prenderà il via oggi con tre anticipi: Fiorentina-Brescia e Lecce-Milan alle 19:30, Bologna-Juve alle 21:45. Martedì altre quattro gare (fari puntati su Verona-Napoli), infine mercoledì si chiude con Inter-Sassuolo alle 19:30, Roma-Samp alle 21:45 e, alla stessa ora, il big match di giornata: Atalanta-Lazio.
GLI ASSENTI – Buone e vecchie abitudini da rispolverare: un’occhiata agli assenti di giornata non farà di certo male. Mancheranno all’appello, infatti, gli squalificati Donati, Bani, Schouten, Santander, Ceppitelli, Cigarini, Borini, Marchetti, Marlon e Pašalić. A questi si aggiungono diversi infortunati, alcuni vecchi, altri che hanno dato forfait durante il periodo di chiusura: Kouamé, Chancellor, Cistana, Bisoli, Dell’Orco, Deiola, Barák, Farias, Musacchio, Duarte, Ibrahimović, Skov Olsen, Demiral, Alex Sandro, Khedira, E. Berisha, Faragò, Oliva, Nainggolan, Pavoletti, Eysseric, Radovanović, Baselli, Verdi, Sensi, Romagna, Luiz Felipe, Lulić, Zaniolo e Alex Ferrari. Infine, qualche giocatore in dubbio: Higuaín, Pereiro, Pessina, Ansaldi, Prodl, Brozović, Toljan, Iličić, Lucas Leiva, Pau López e Quagliarella.
LA TOP 11 (3-4-3) – Handanović (Inter); Lirola (Fiorentina), Smalling (Roma), Criscito (Genoa); Malinovskyi (Atalanta), Barella (Inter), Bonaventura (Milan), Birsa (Cagliari); Vlahović (Fiorentina), Petagna (SPAL), Belotti (Torino).
LA CERTEZZA – Dopo il rigore fallito sabato contro il Parma, Andrea Belotti avrà fame di rivalsa e l’occasione è di quelle ghiotte: la sfida interna contro l’Udinese può essere la gara del Gallo, e il Toro farà completo affidamento sulla verve del suo attaccante migliore. Dopo l’inaspettato malus di qualche giorno fa, dunque, i fantallenatori si attendono almeno un +3 dal centravanti granata.
LA SORPRESA – In realtà persiste il ballottaggio con Cutrone, ma il serbo Dušan Vlahović è l’indiziato numero uno per occupare il centro dell’attacco viola contro il Brescia. L’impegno non è certo impossibile (le Rondinelle sono ultime con un pesante ritardo sulla zona salvezza) e il giovane attaccante al servizio di Iachini prima del blocco del torneo aveva preso una certa confidenza col gol.

LA FLOP 11 (3-4-3) – Ospina (Napoli); G. Ferrari (Sassuolo), Yoshida (Sampdoria), Dijks (Bologna); Bernardeschi (Juventus), Milinković-Savić (Lazio), Ekdal (Sampdoria), Sema (Udinese); Donnarumma (Brescia), Milik (Napoli), Palacio (Bologna).
LA CERTEZZA IN NEGATIVO – Non è il momento migliore per schierare Sergej Milinković-Savić. La Lazio è in piena corsa per lo scudetto, ma la gara dell’Atleti Azzurri d’Italia è a dir poco proibitiva. L’Atalanta ha dimostrato ieri contro il Sassuolo di essere in forma smagliante, come se il tempo si fosse fermato allo scorso marzo. Sarà battaglia a Bergamo ed è più lecito attendersi dal serbo un giallo piuttosto che qualche bonus.
LA CONTRO-SCOMMESSA – Arrivato alla Samp per aggiustare la difesa, Maya Yoshida ha sofferto parecchio contro Lukaku e Lautaro, motivo per cui non ci sembra prudente schierarlo mercoledì all’Olimpico contro Džeko e compagni. Anche perché il giapponese potrebbe essere risucchiato nel turnover che inevitabilmente riguarderà anche il pacchetto arretrato dei liguri.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.