Cluj, Petrescu e la strana sostituzione: cambia il giocatore dopo pochi secondi per scavalcare il regolamento

Se non è un record quello fissato ieri sera da Dan Petrescu e il suo Cluj, poco ci manca. In occasione della sfida contro il Gaz Metan Medias, infatti, l’allenatore rumeno (con un passato da calciatore anche al Foggia e al Genoa) ha dovuto mettere all’opera un piano piuttosto curioso per riuscire a scavalcare le regole del campionato nazionale: dopo soltanto 24 secondi dal fischio d’inizio, il tecnico ha richiamato in panchina il 18enne Alan Fica, senza che avesse nemmeno toccato il pallone, per mettere al suo posto il ben più esperto Alexandru Paun.

Niente infortuni né scelte tattiche: per il ragazzo, che ha accettato la decisione tanto da aver poi stretto la mano al tecnico, è stato un debutto nel mondo dei grandi tutt’altro che memorabile. La ragione di questa scelta piuttosto sconcertante è però da ritrovare, appunto, nella volontà di aggirare il regolamento, che impone alle squadre rumene di avere nell’undici titolare almeno due Under 21 provenienti dalle proprie giovanili. Petrescu ha pensato così di mettere in campo Fica solo per avere il secondo ragazzo richiesto, per poi cambiarlo subito e giocare con la squadra a lui più gradita. Un gesto che è stato giustificato così in conferenza stampa, ma che non è stato affatto apprezzato da altre parti, che hanno criticato la scelta di andare così contro alle regole per avere una squadra leggermente più esperta. E, alla fine, la partita si è pure conclusa con uno scialbo 0-0.

Condividi
Nato a Monza nel '95, ha tre grandi passioni: Mark Knopfler, la letteratura e il calcio inglese. Sogna di diventare giornalista d'inchiesta, andando a studiare il complesso rapporto tra calcio e politica.