Slittino, Coppa del Mondo – Fischnaller, a un passo dal sogno. Ma a squadre trionfa l’Italia

Sfuma a Königssee, teatro della 9/a e ultima tappa della Coppa del Mondo di slittino 2019/2020 il sogno di Dominik Fischnaller di riportare in Italia la sfera di cristallo, 9 anni dopo Armin Zöggeler. Il carabiniere di Maranza arrivava all’appuntamento sul budello tedesco praticamente alla pari con il russo Roman Repilov: chi si classificava più avanti dei due, portava a casa il trofeo. Un duello vinto da Repilov che con il terzo posto (ottenuto anche grazie a una strepitosa seconda discesa) ha bissato il successo del 2017. Fischnaller ha infatti concluso la sua prova al quinto posto, frutto di qualche errore di troppo in entrambe le discese. Vittoria della gara per l’altro russo, Pavlichenko, che ha preceduto l’austriaco Mueller. Così gli altri azzurri: 14/o Kevin Fischnaller, 21/o Leon Felderer, si è ribaltato senza conseguenze Lukas Gufler.

L’Italia però si è consolata con il successo nella Coppa del Mondo a squadre, ottenuto ex aequo con la Russia. Gli azzurri bissano il trionfo del 2006 seppur con il brivido. Nagler e Mallaier, infatti, si ribaltano nel doppio e l’Italia conclude decima. La Russia però si piazza terza, alle spalle di Germania e Stati Uniti, conquistando i punti sufficienti solo a eguagliare in classifica la Nazionale azzurra.

In campo femminile, la Coppa del Mondo parla sempre tedesco con il primo trionfo di Julia Taubitz. Il regalo di compleanno più bello per la 24enne (compiuti ieri) di Oberwiesenthal, che ha potuto sorridere con il secondo posto dietro ad Anna Berreiter e davanti alla russa Viktoria Demchenko. La sua avversaria diretta, l’altra russa Tatiana Ivanova, si è piazzata quinta e quindi la Taubitz ha potuto festeggiare, 965 punti contro 957. Entrambe nelle 10 le azzurre Andrea Vötter, 7/a (e 7/a anche in Coppa con 486 punti), e Sandra Robatscher, 10/a. Marion Oberhofer ha invece concluso al 16/o posto.

Nel doppio, quarto successo consecutivo in Coppa per Eggert/Benecken. I due tedeschi hanno preceduto di 266 millesimi i connazionali e rivali Wendl/Arlt. Podio completato dai fratelli lettoni Sics/Sics. Subito dopo i due equipaggi italiani, Nagler/Mallaier e Rieder/Kainzwalder, mentre ottavi sono arrivati Rieder/Rastner. In classifica di Coppa, Rieder/Kainzwalder sono stati i migliori azzurri, noni con 466 punti, Rieder/Rastner dodicesimi con 384 punti, Nagler/Mallaier tredicesimi con 382 punti.

Condividi
Nato a Salerno il 3 maggio 1986, laureato in Fisica, ex arbitro di calcio FIGC. “Sportofilo” a 360° con predilezione per calcio e ciclismo, è un acceso e convinto fantacalcista.