Bundesliga, 24/a giornata – Bayern Monaco nel caos nonostante la goleada, vincono Dortmund e ‘Gladbach

La trasferta del Bayern Monaco in casa dell’Hoffenheim rischia di non essere ricordata per il 6-0 dei bavaresi. A fare ombra sulla partita della squadra di Flick, infatti, è lo striscione esposto dai lori tifosi, che hanno costretto il direttore di gara a sospendere due volte la sfida e hanno fatto discutere dirigenti e giocatori della squadra campione di Germania con i propri tifosi. Sul punteggio di 6-0 nel secondo tempo, infatti, nel settore ospite è stato esposto uno striscione offensivo nei confronti del presidente dell’Hoffenheim, Dietmar Hopp, costringendo l’arbitro Dankert a sospendere la gara. Da tempo Hopp è vittima delle tifoserie più blasonate di Germania, che lo “accusano” di mettere soldi in una squadra senza tradizione.

L’accaduto ha mandato su tutte le furie il tecnico del Bayern Hans Flick che ha cercato di convincere i tifosi a rimuovere lo striscione. La sfida è ripresa, ma al 77′ lo striscione è comparso di nuovo. Il direttore di gara ha così deciso di rimandare le squadre negli spogliatoi. Dopo l’interruzione di dieci minuti, alla ripresa del gioco le due compagini hanno di fatto passeggiato in campo passandosi la palla fino al fischio finale in segno di protesta verso i tifosi. La partita si è conclusa con la goleada del Bayern grazie alla doppietta di Coutinho e a i gol di Gnabry, Kimmich, Zirkzee e Goretzka. Dure le parole a fine gara di Rumenigge sull’accaduto: “Mi vergogno profondamente di questo caos. Posso solo dire che è giunto il momento in cui tutti gli organi del calcio tedesco agiscano insieme contro questo genere di cose. Questa è la faccia brutta del calcio. E mi vergogno profondamente per Hopp, un grande uomo d’onore”.

In attesa di sapere se il Bayern vedrà confermata o no la vittoria, vincono anche due delle inseguitrici. Dopo le valanghe di gol realizzate nell’ultimo mese, al Borussia Dortmund basta questa volta una sola rete di Sancho per batter il Friburgo e vincere la terza partita consecutiva. Tre punti pesanti anche per il Mönchengladbach, che con la doppietta di Stindl e il gol di Bensebaini passa 3-2 in casa dell’Augsburg. Attenzione alla squadra di Rose: vincendo il recupero salirebbe al secondo posto.

Chi non riesce a portare a casa i tre punti è invece il Lipsia, bloccato sull’1-1 dal Bayer Leverkusen e ora a meno tre dalla capolista. Ospiti in vantaggio con Bailey al 29′, pareggio di Schick quattro minuti più tardi.

Primo gol in Germania per Piątek, che su calcio di rigore segna il gol del 3-3 in rimonta dell’Hertha Berlino in casa del Fortuna Düsseldorf. Clamorosa occasione sprecata dai biancorossi, che erano avanti 3-0 dopo il primo tempo.

Ottimo invece momento di forma per il Colonia, che vince la terza partita nelle ultime quattro giornate battendo 3-0 uno Schalke 04 in piena crisi.

IL GIOCATORE DELLA SETTIMANA – Jadon Sancho (Borussia Dortmund). Dopo che i riflettori si erano spostati tutti su Håland, il classe 2000 inglese torna protagonista anche in fase realizzata segnando il gol che consente al Dortmund di battere il Friburgo.

BUNDESLIGA – 24/a giornata

Venerdì

Fortuna Düsseldorf-Hertha Berlino 3-3 6′ Karaman (F), 9′ Thommy (F), 45′ Karaman (F), 64′ aut. Thommy (H), 66′ Matheus Cunha (H), 75′ rig. Piątek (H)

Sabato

Augsburg-Borussia Mönchengladbach 2-3 49′ Bensebaini (M), 53′ Stindl (M), 57′ Löwen (A), 79′ Stindl (M), 83′ Finnbogason (A)
Borussia Dortmund-Friburgo 1-0 15′ Sancho
Hoffenheim-Bayern Monaco 0-6 2′ Gnabry, 7′ Kimmich, 15′ Zirkzee, 33′, 47′ Coutinho, 62′ Goretzka
Mainz-Paderborn 2-0 29′ Quaison, 73′ Onisiwo
Colonia-Schalke 04 3-0 9′ Bornauw, 39′ Córdoba, 75′ aut. Nübel

Domenica

Union Berlino-Wolfsburg 2-2 41′ Andersson (U), 56′ Friedrich (U), 60′ Gerhardt (W), 81′ Weghorst (W)
RB Lipsia-Bayer Leverkusen 1-1 29′ Bailey (B), 32′ Schick (L)
Werder Brema-Eintracht Francoforte Rinviata

CLASSIFICA BUNDESLIGA

Condividi
Nato a Genova, dove vive attualmente. Ama molti sport tra cui basket, calcio, football americano e tennis. Segue il calcio italiano, europeo e sudamericano, con una forte passione per il campionato argentino.