Fantacalcio Serie A 2019/20: i consigli su chi schierare nella 21/a giornata

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa da maledire a lungo. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi regaliamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

La 21/a giornata di Serie A prevede l’anticipo al venerdì: al Rigamonti si gioca Brescia-Milan alle 20:45. Occhio a non bucare la consegna delle formazioni! Sabato saranno tre le gare in programma: SPAL-Bologna alle 15, Fiorentina-Genoa alle 18 e Torino-Atalanta alle 20:45. Domenica pranzo succulento con Inter-Cagliari, le solite tre gare delle 15 (Verona-Lecce, Samp-Sassuolo e Parma-Udinese), infine il clou in serata: derby di Roma alle 18 e Napoli-Juve alle 20:45.
LA TOP 11 (3-4-3) – Sepe (Parma); Lirola (Fiorentina), Bruno Alves (Parma), Young (Inter); Di Francesco (SPAL), Pessina (Hellas Verona), Barella (Inter), Milinković-Savić (Lazio); Insigne (Napoli), Ibrahimović (Milan), Cornelius (Parma).
LA CERTEZZA – Saremo pure ripetitivi, ma da quando è arrivato a Milanello, Zlatan Ibrahimović ha esercitato un flusso positivo su tutto l’ambiente: 7 punti in tre partite con lo svedese in campo. Coincidenze? Non crediamo, ed è per questo che lo schieriamo al centro dell’attacco della top 11 della 21/a giornata. Potrebbe patire la fisicità dei centrali bresciani, ma Zlatan è pur sempre Zlatan.
LA SORPRESA – Con Candreva squalificato, D’Ambrosio ai box e Asamoah a mezzo servizio, domenica contro il Cagliari può già scoccare l’ora di Ashley Young. E allora perché non puntarci subito? D’altronde il giocatore ha le spalle larghe e l’esperienza a sufficienza per non patire troppo l’esordio. E magari per innescare dalle corsie esterne quei due là davanti. Il fatto che gli sia stato assegnato il ruolo di difensore, poi, lo rende ancor più appetibile.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.