Allsvenskan 28/a – Il Djurgården sbanca il Gamla Ullevi di Göteborg e torna in testa

Allsvenskan al cardiopalma: 4 squadre in lotta per vincere il titolo, a due giornate dalla fine. Due le partite chiave in questa 28/a giornata: domenica, alla Tele2Arena, è andata in scena Hammarby-Malmö (trasmessa in diretta da Sportitalia), mentre lunedì, nel posticipo, il Djurgården è andato a far visita al Göteborg.

Bajen hanno completato la missione, battendo 2-0 i rivali e sorpassandoli così in classifica, per effetto della differenza reti. Partita molto ben interpretata dai padroni di casa, che hanno vinto meritatamente, grazie alle reti di Kačaniklić nella prima frazione e di Magyar a una manciata di minuti dal termine. L’Hammarby, nonostante gli avversari si fossero disposti in campo con un 3-5-2 che andava a chiudere le fasce, hanno prevalso grazie alla loro straordinaria concretezza: 2 reti su 4 conclusioni nello specchio della porta avversaria. Gli uomini di Rösler, nonostante un Berget e un Safari in grande spolvero, non sono stati capaci di cambiare marcia al momento topico dell’incontro, e ora la loro posizione si complica.

Il Djurgården ha invece vinto in trasferta a Göteborg grazie a una rete, nella ripresa, di Buya Turay. Certo, nell’occasione la difesa dei Blåvitt ha lasciato libero l’attaccante della Sierra Leone in una poisizione nevralgica: ma il colpo di tacco smarcante con il quale Danielsson ha consentito al compagno di battere a rete è stato davero pregevole.

A fine partita, lo stesso Baya Turay si è divertito a punzecchiare Djiudjić dell’Hammarby, che aveva rilasciato delle dichiarazioni sferzanti nei confronti dei rivali cittadini, riportate dal quotidiano Sportbladet“Parla troppo. Chi si crede di essere, Zlatan? Dovrebbe pensare di più al campo”.

In conclusione, la lotta per il primato resta più serrata che mai. Gli Järnkaminerna sono gli unici veramente padroni del proprio destino: con almeno 4 punti vittorie nelle ultime 2 partite (se la vedranno con Örebro in casa e Norrköping in trasferta) vinceranno l’Allsvenskan. Le altre (lunedì prossimo ci sarà lo scontro diretto tra Malmö e AIK), al di là di ciò che otterranno sul campo, dovranno anche augurarsi che la capolista esca sconfitta almeno in un’occasione.

Nella lotta per non retrocedere, passo avanti importante per l’Östersunds, che ha superato il Sirius con duie reti nella ripresa. I nerazzurri, pur superati dai rossoneri, mantengono comunque 5 punti di vantaggio sulla terzultima, e sono quindi a un paso dalla salvezza matematica, che potrebbero ottenere in casa, la settimana prossima, contro l’Eskilstuna. Proprio quest’ultima, che sembrava spacciata, con la vittoria nell’anticipo di venerdì nello scontro diretto il Sundsvall è invece rientrata nella mischia.

Dura sconfitta invece per il Falkenbergs, opposto a un AIK ancora in lotta per il titolo (show di Goitom, autore di 4 reti). Anche il Kalmar si è inchinato al Norrköping in trasferta: tuttavia, i biancorossi mantengono 3 lunghezze di vantaggio sulla terzultima. Decisiva, per loro, sara probabilmente la sfida casalinga di domenica prossima contro il Falkenbergs. La lotta per non retrocedere, quindi, diventa un thrilling come quella per la vittoria, in un Allsvenskan che, presdumibilmente, regalerà emozioni sino all’ultimo respiro.

Allsvenskan 2019 28/a giornata – risultati

Venerdì 18 ottobre

Eskilstuna-Sundsvall  1-0  (0-0)  

Sabato 19 ottobre

Helsingborg-Häcken  0-2  (0-1)
Östersunds-Sirius  2-0  (0-0)

Domenica 20 ottobre

Hammarby-Malmö  2-0  (1-0)  
Norrköping-Kalmar  1-0  (0-0)
Falkenbergs-AIK  1-5  (0-2)

Lunedì 21 ottobre

Göteborg-Djurgården  0-1  (0-0)
Örebro-Elfsborg  2-2  (1-1)

CLASSIFICA PROVVISORIA ALLSVENSKAN 2019  – 28/a giornata 

Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti | Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti
1 Djurgården 48/17 62 | 9 Örebro 40/48 33
2 Hammarby 69/36 59 | 10 Helsingborg 26/46 27
3 Malmö 49/16 59 | 11 Östersunds 25/43 25
4 AIK 45/21 59 | 12 Sirius 31/51 25
5 Norrköping 51/24 53 | 13 Kalmar 20/41 23
6 Häcken 43/24 49 | 14 Sundsvall 29/46 20
7 Göteborg 39/28 45 | 15 Eskilstuna 23/54 19
8 Elfsborg 40/44 37 | 16 Falkenbergs 21/60 19

Legenda: qualificata ai preliminari di CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la terza classificata in Superettan, retrocesse in Superettan

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.