Fantacalcio Serie A 2019/20: i consigli su chi schierare nella 1/a giornata

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa da maledire a lungo. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi regaliamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

LA GUIDA COMPLETA CON I CONSIGLI PER L’ASTA

Le chiacchiere stanno a zero, finalmente, dopo mesi di trattative e di calcio “chiacchierato” più che giocato, si torna in campo. La Serie A 2019/20 comincia col botto, con i campioni in carica della Juventus impegnati sul difficile campo del Parma nell’anticipo di sabato (ore 18). A seguire, una scoppiettante Fiorentina-Napoli (20:45). Domenica l’anticipo delle 18 tra Udinese e Milan, poi una sfilza di sei gare alle 20:45, fra cui Roma-Genoa e Samp-Lazio. Infine, monday night con Inter-Lecce (20:45).
LA TOP 11 (3-4-3) – Sirigu (Torino); Stryger Larsen (Udinese), de Vrij (Inter), Chiellini (Juventus); Ünder (Roma), Kurtić (SPAL), de Paul (Udinese), Lazović (Hellas Verona); Pavoletti (Cagliari), Džeko (Roma), Lautaro Martínez (Inter).
LA CERTEZZA – Non sarà forse nel pieno della forma, ma per Lautaro Martínez questa è la stagione della definitiva consacrazione. Decisivo a più riprese nell’Inter di Spalletti dello scorso anno e in Nazionale, l’argentino dovrà confermarsi anche quest’anno e possibilmente fare meglio. Conte e la dirigenza nerazzurra credono in lui, figuriamoci noi. Aggiungiamo che l’esordio contro il Lecce è abbastanza mordibo, almeno sulla carta; in più, el Toro ha festeggiato ieri il ventiduesimo compleanno. Quale miglior regalo di un gol al debutto?
LA SORPRESA – Anche se non rientra nella top 11, Dejan Kulusevski del Parma è un giocatore davvero interessante, che l’anno scorso nella Primavera dell’Atalanta ha collezionato 9 gol e 12 assist. L’esordio in A, però, non è di quelli facili, perché al Tardini ci sarà la Vecchia Signora campione in carica. Eppure, noi pensiamo che possa spuntarla nel ballottaggio con Karamoh. E a quel punto sarebbe lecito sognare.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.