Europa League 2019/2020 – Il ritorno del Primo Turno Preliminare

Non dire gatto, se non ce l’hai nel sacco. É questo, in estrema sintesi, il messaggio che già ieri sintetizzava il termine della due giorni di Champions League, raffigurabile come una montagna russa di emozioni dalla quale però, evidentemente, non tutti hanno tratto le doverose considerazioni in vista dei propri impegni di Europa League. Non dire gatto, come recitava il Trap; slogan che oggi viene urlato all’Europa da uno dei cinque tecnici italiani impegnati in questi preliminari di Europa League, che con la propria compagine scrive forse una delle imprese più clamorose che il movimento calcistico di cui è oggi parte può forse raccontare.

Parliamo di Giovanni Tedesco, alla guida dello Gzira United; sconfitto a domicilio dall’Hajduk Spalato per 2-0 una settimana fa, lo Gzira è riuscito nella clamorosa impresa di imporsi 3-1 in Croazia in rimonta, con il gol vittoria arrivato quando sul cronometro i giri di lancette erano quasi 97. Ne erano passati solamente sette, invece, quando la rasoiata di Jradi aveva sbloccato la contesa in favore dei locali facendo pensare quasi a una passeggiata di salute per l’Hajduk, forte di un 3-0 complessivo sugli isolani di Tedesco; a stravolgere il copione della contesa intervengono nella ripresa gli otto minuti di black-out dei locali nei quali lo Gzira trova il pari con Jefferson e poco più tardi capovolge la contesa con una stupenda rovesciata del 31enne ivoriano Konè. L’uno-due destabilizza i balcanici e infonde coraggio ai maltesi, che come nelle favole più memorabili il gol qualificazione lo trovano al 97′: con l’Hajduk inspiegabilmente scoperto, ancora Koné riceve palla all’ingresso dell’area di rigore, rientra sul mancino e scaraventa all’incrocio il pallone che sentenzia l’Hajduk mandando in visibilio lo Gzira (che oltre a Giovanni Tedesco vanta un altro italiano in campo, Giamarco Conti) e tutto il movimento calcistico maltese.

Movimento calcistico maltese che si regala un avvio di stagione da sogno tra Champions League ed Europa League con Valletta in Champions e Gzira United in Europa League avanti nonostante lo sfavore del pronostico, e ora pronte ad affrontare rispettivamente Ferencváros e Ventspils. Lodevole anche il comportamento delle altre due compagini maltesi, loro malgrado eliminate da più quotati avversari: gli Hibs di Stefano Sanderra cedono di misura anche tra le mura amiche ai bielorussi dello Shakthyor Soligorsk, mentre il Balzan sconfitto 4-3 in casa dagli sloveni del Domžale è piegato in Slovenia dal gol vittoria di Vuk.

L’edizione 2019/2020 delle coppe europee sarà ricordata con particolare emozione anche dalle compagini di Estonia e Lettonia, protagoniste di una serie di prestazioni da incorniciare anche se non sempre foriere di qualificazioni al turno successivo; l’Estonia porta al turno successivo due compagini su quattro, come la Lettonia a un soffio da un clamoroso en-plein; al contrario la Lituania vede al tappeto tra le due competizioni tutti le proprie rappresentanti. Il Nõmme è stata tra le prime compagini a sovvertire i pronostici europei eliminando lo Škendija campione di Macedonia, spianando la pista al 2-2 centrato dal Flora Tallin sul campo del Radnički Niš dopo il 2-0 dell’andata; enorme la beffa vissuta dal Levadia Tallin, che rende allo Stjarnan il 2-1 subito in Islanda e ai supplementari trova su rigore il 3-1 dal dischetto con Kruglo, ma al 123′ è eliminato dal gol in mischia su corner da parte degli islandesi con Guðjónsson mentre il Trans Narva è travolto con un complessivo 6-1 dal Budućnost. La Lettonia va a un passo dal piazzare al turno successivo di Champions il Riga, eliminato ai calci di rigore dal Dundalk; in Europa League il Ventspils centra lo scalpo del Teuta Durazzo e il Liepāja si toglie lo sfizio di andare a vincere 2-1 in Bielorussia eliminando la Dinamo Minsk, mentre il Riga RFS capace di imporsi 3-2 in Slovenia sette giorni fa è eliminato dal favorito Olimpija Lubiana solamente dal gol dello 0-2 casalingo arrivato al 92′ per mano di Savić.

Se non mancano gli italiani tra i successi del calcio maltese, per i tecnici italiani impegnati in Europa arrivano tre qualificazioni su sei: a Franco Lerda (eliminato con il Partizani Tirana), Giovanni Tedesco (avanti con lo Gzira United) e Stefano Sanderra (eliminato dall’Europa League) si aggiungono le qualificazioni relativamente tranquille di Giuseppe Sannino che in Lituania porta a casa un 1-1 che manda avanti la Honvéd mentre esagera con un tennistico 6-0 il Neftu Baku di Roberto Bordin che demolisce lo Speranţa Nisporeni. Clamorosa, invece, l’eliminazione del Kilmarnock di Angelo Alessio che si regala un avvio a dir poco in salita per la sua esperienza scozzese: vittoriosi con un bel pizzico di fortuna sette giorni fa in Galles, i britannici dell’ex-secondo di Conte sono superati sorprendentemente 2-0 in casa dal Connah’s Quay corsaro con i centri di Wignall in apertura di ripresa e Morris a dieci minuti dalla fine.

Il pomeriggio di Europa League si era già rivelato scoppiettante alle prime battute, con il Kairat Almaty a piegare anche al ritorno i bosniaci del Široki Brijeg con un finale thrilling, per usare un eufemismo: i balcanici, piegati 1-2 in casa, trovano al 90′ il gol della speranza con Bagarić su calcio di rigore, ma sbilanciandosi in avanti alla ricerca della qualificazione subiscono addirittura due reti dei kazaki tra 92′ e 93′ con Orazov e Kuat. Detto dei clamorosi exploit di Gzira United, Liepāja, Connah’s Quay e Flora Tallin oltre che di tante “quasi imprese”, riesce a centrare uno scalpo eccellente lo Shamrock Rovers: gli irlandesi, capaci di imporre il 2-2 casalingo al Brann sette giorni fa, tra le mura amiche vanno sotto al cospetto degli scandinavi per la rete di Bamba al termine di un ottimo contropiede ma al 76′ trovano il pari grazie allo splendido filtrante di Finn che mette Byrne davanti al portiere, mentre a due minuti dal gong O’Neill chiude la pratica in favore degli irlandesi.

Al turno successivo accedono senza troppi problemi compagini del calibro di Malmö, FCSB, AEK Larnaca, Apollon Limassol, Aberdeen e Glasgow Rangers  (trascinato dall’immortale 37enne Jermain Defoe), che gestiscono con tranquillità le gare di ritorno e si qualificano al prossimo barrage, al quale prenderà parte anche il Torino di Walter Mazzarri: saranno gli ungheresi del Debreceni gli avversari dei granata, in virtù dell’1-1  maturato sul campo del Kukësi dopo il 3-0 dell’andata. Belotti&co. sono quindi pronti a scaldare i motori, per un turno che oltre al Torino si prepara ad accogliere compagini del calibro di Espanyol, Eintracht Francoforte, Wolwerhampton ed AZ Alkmaar.

UEFA EUROPA LEAGUE 2019/2020 – Andata del Primo Turno Preliminare 

martedì 16/07
Banants-Čukarički (and. 0-3)  0-5  3′ Stojanović, 31′ Tedić, 50′ Luković, 71′ Birmančević, 76′ rig. Stojanović
KÍ Klaksvík-Riteriai (and. 1-1)  0-0
Mladost Podgorica-CSKA Sofia (and. 0-4)  0-0

mercoledì 17/07
Chikhura-Fola d’Esch (and. 2-1)  2-1  24′ Ardazishvili (C), 73′ Sardarishvili (C), 89′ rig. Sinani (F)

giovedì 18/07
Tobol Kostanay-Jeunesse d’Esch (and. 0-0)  1-1  22′ aut. Meddour (J), 59′ rig. Arslan (J)
Kairat Almaty-Široki Brijeg (and. 2-1)  2-1  90′ rig. Bagarić (S), 90’+2 Orazov (K), 90’+3 Kuat (K)
Makedonija Gjorče Petrov-Alashkert (and. 1-3)  0-3  21′ Nenadović, 68′ Thiago Galvão, 74′ Voskanyan
Teuta Durazzo-Ventspils (and. 0-3)  1-0  48′ Kallaku
Inter Turku-Brøndby (and. 1-4)  2-0  52′ Markkula, 56′ Valenčič
Levadia Tallin-Stjarnan (and. 1-2)  3-2 d.t.s.  17′ Osipov (L), 25′ Ragnarsson (S), 89′ Osipov (L), 105′ rig. Kruglov (L), 120’+3 Guðjónsson (S)
RFS Riga-Olimpija Lubiana (and. 3-2)  0-2  45’+1 Çekiçi, 90’+2 Savić
RoPs-Aberdeen (and. 1-2)  1-2  2′ Kada (R), 26′ rig. Cosgrove (A), 90’+4 Ferguson
Dinamo Minsk-Liepāja (and. 1-1)  1-2  10′ Spătaru (L), 71′ Dodo (L), 90’+1 aut. Raļkevičs (L)
Levski Sofia-Ružomberok (and. 2-0)  2-0  33′ Mariani, 90’+2 Alar
Craiova-Səbail (and. 3-2)  3-2  28′ Cicâldău (C), 54′ Vătăjelu (C), 67′ Ramanazov (S), 69′ Duventru (S), 90′ Carlos Fortes (C)
Vaduz-Breidablik (and. 0-0)  2-1  56′ Coulibaly (V), 78′ Schwizer (V), 90’+3 Gunnlauggson (B)
Apollon Limassol-Žalgiris Kaunas (and. 2-0)  4-0  5′, 43′ rig. e 60′ rig. Zelaya, 83′ Szalai
Haugesund-Cliftonville (and. 1-0)  5-1  5′ Velde (H), 17′ McMenamin (C), 36′ Samuelsen (H), 45′ Koné (H), 52′ Bruno Leite (H), 68′ Velde (H)
Petrocub-AEK Larnaca (and. 0-1)  0-1  90’+2 aut. Potîrniche
Torpedo Kutaisi-Ordabasy (and. 0-1)  0-2  81′ Mehanovič, 90’+4 Badibanga
Zrinjski Mostar-Akademija Pandev (and. 3-0)  3-0  50′ Mandić, 79′ Govedarica, 90’+2 Gojković
Žalgiris Vilnius-Honvéd (and. 1-3)  1-1  18′ Antal (Z), 62′ Kamber (H)
Milsami-FSCB (and. 0-2)  1-2  4′ Dumitru (F), 42′ Oaidă (F), 47′ Bolohan (M)
Neftu Baku-Speranţa Nisporeni (and. 3-0)  6-0  18′ Platelas, 24′ rig. Mahmudov, 40′ Platelas, 42′ da Silva, 67′ Joseph-Monrose, 78′ Zülfüqarlı
Cracovia-Dunajská Streda (and. 1-1)  2-2 d.t.s.  2′ Rafa Lopes (C), 47′ Ronan (D), 97′ Ramírez (D), 120’+2 Piszczek (C)
Hapoel Be’er Sheva-Laçi (and. 1-1)  1-0  69′ Sabag
Engordany-Dinamo Tbilisi (and. 0-6)  0-1  81′ Medioub
Progrès Niedercorn-Cork City (and. 2-0)  1-2  3′ Buckley (C), 47′ McCarthy (C), 68′ Bah (P)
Hajduk Spalato-Gzira United (and. 2-0)  1-3  7′ Jradi (H), 57′ Jefferson (G), 69′ e 90’+7 Koné (G)
Videoton-Zeta (and. 5-1)  0-0
Norrköping-St. Patrick’s (and. 2-0)  2-1  37′ Larsson (N), 72′ Clifford (S), 86′ Holmberg (N)
Mura-Maccabi Haifa (and. 0-2)  2-3  6′ Bobičanec (M), 32′ Awad (MH), 35′ e 76′ Ashkenazi (MH), 81′ Šporn (M)
B36 Tórshavn-Crusaders (and. 0-2)  2-3  3′ Forsythe (C), 28′ Heatley (C), 37′ Samuelsen (B), 51′ Cieslewicz (B), 68′ Heatley (C)
Kukësi-Debreceni (and. 0-3)  1-1  17′ Ethemi (K), 58′ Szatmári (D)
Hibernians-Shakthyor Soligorsk (and. 0-1)  0-1  65′ Tatarkov
Shkupi-Pyunik Yerevan (and. 3-3)  1-2  7′ Yedigaryan (P), 33′ Selyava (P), 82′ Jurina (S)
Vitebsk-KuPs (and. 0-2)  1-1  27′ Stargorodskiy (V), 53′ Diallo (K)
Glasgow Rangers-St. Joseph’s (and. 4-0)  6-0  3′ Aribo, 45′, 57′ rig.e 66′ Morelos, 77′ e 86′ Defoe
Spartak Trnava-Radnik Bijeljina (and. 0-2)  2-0  5-3 d.c.r.  10′ Sobczyk, 87′ Mihálek
Domžale-Balzan (and. 4-3)  1-0  21′ Vuk
Budućnost-Trans Narva (and. 2-0)  4-1  3′ Vučić (B), 39′ Golovljov (T), 49′ Bakić (B), 56′ Perović (B), 79′ Zarubica (B)
Ballymena-Malmö (and. 0-7)  0-4  27′ Safari, 52′ Molins, 68′ Rakip, 79′ rig. Rall
Kilmarnock-Connah’s Quay (and. 2-1)  0-2  50′ Wignall, 79′ rig. Morris
Radnički Niš-Flora Tallin (and. 0-2)  2-2  68′ Mihajlović (R), 80′ Pürg (F), 84′ Čumić (R), 90’+3 Lepik (F)
Legia Varsavia-Europa F.C. (and. 0-0)  3-0  7′ Carlitos, 13′ Kulenovic, 60′ Carlitos
Shamrock Rovers-Brann (and. 2-2)  2-1  57′ Bamba (B), 76′ Byrne (S), 87′ O’Neil (S)
KR Reykjavik-Molde (and. 1-7)  0-0

Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.