Atalanta, Muriel primo tassello per la Champions League

Luis Muriel è il primo colpo dell’Atalanta per la stagione 2019/2020, che vedrà la Dea disputare per la prima volta nella sua storia la Champions League. La società orobica non vuole lasciare nulla al caso per non farsi trovare impreparata alla massima manifestazione continentale. Mister Gasperini è stato chiaro: per essere competitivi su tutti i fronti serve ampliare l’organico attuale con innesti di qualità. Proprio in questo senso va visto l’arrivo dell’attaccante colombiano che, oltre a conoscere alla perfezione la Serie A, vanta anche una buona esperienza a livello europeo (24 presenze tra Champions ed Europa League, nella quale ha siglato 6 reti). La dirigenza bergamasca ha dimostrato di volerlo fortemente versando oltre 15 milioni di euro (più eventuali bonus) nelle casse del Siviglia e facendogli siglare un quinquennale da circa 1,5 milioni a stagione.

Nel 3-4-1-2 del tecnico nerazzurro la collocazione naturale di Muriel è in appoggio alla prima punta Duván Zapata, ovvero nella posizione sinora ricoperta da Josip Iličić. L’attaccante classe ’91, però, può agire anche da centravanti, anche se con caratteristiche differenti rispetto al connazionale. L’ex Deportivo Cali garantisce meno fisicità rispetto al compagno, ma al tempo stesso maggiore dinamismo e imprevedibilità al reparto offensivo. El Papu Gómez agisce da trequartista, ruolo che sa interpretare con ottimi risultati anche lo sloveno. Gasperini può contare così su quattro interpreti di livello assoluto che gli garantiscono fantasia, potenza, tecnica e velocità. Oltre alla conferma del talento classe ’88 Musa Barrow, non è da escludere un ulteriore innesto che vada ad aumentare il tasso d’esperienza dell’attacco.

Nella seconda parte della scorsa stagione disputata con la maglia della Fiorentina, Muriel ha disputato, tra Serie A e Coppa Italia, 23 partite realizzando 9 gol e piazzando 2 assist. A 28 anni, compiuti lo scorso 16 aprile, ci si attende la definitiva consacrazione per il colombiano che in carriera ha alternato sprazzi di classe cristallina a periodi non esaltanti. Sotto la sapiente guida di Gasperini, il numero 9 nerazzurro va a caccia della continuità necessaria per affermarsi come giocatore di primo piano. L’allenatore di Grugliasco proverà a ripetere quanto già fatto con Iličić, grande protagonista nelle ultime due stagioni con la Dea. I tifosi atalantini si augurano che la storia si ripeta con Luis Muriel, le cui qualità possono essere un valore aggiunto per la formazione orobica in quella che rappresenta la stagione più importante in 112 anni di storia.

https://twitter.com/Atalanta_BC/status/1142048284921516037

 

Condividi
Classe ’91, laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2. Calciofilo DOC, inviato per CalcioMercato.com, ha scritto anche per il sito ufficiale del Frosinone Calcio.