André Silva-Schick, uno scambio che potrebbe giovare a tutti

Tra le grandi del campionato, il Milan e la Roma sono le due squadre che stanno attraversando l’estate più tribolata. I rossoneri si sono resi protagonisti dell’ennesimo ribaltone societario, cambiando anche in panchina dove l’arrivo di Giampaolo sembra imminente dopo la partenza di Gattuso. La Roma, oltre a una stagione assai deludente, è alle prese con le pesanti situazioni relative agli addii al veleno di Totti e De Rossi e si è affidata a Fonseca per quanto riguarda la panchina.

Queste due società, nelle ultime sessioni di mercato, hanno speso ingenti somme di denaro per giocatori che, a conti fatti, non hanno offerto il rendimento sperato. Entrambe dovranno operare sul mercato in quest’estate per sistemare il reparto offensivo: il Milan dovrà rimpolpare l’attacco in ottica del cambio di modulo che prevederà due punte di ruolo e non più una come nelle ultime stagioni; la Roma dovrà fronteggiare la probabile partenza del proprio uomo di punta, Džeko, destinato a cambiare casacca a breve.

Ad accomunare Milan e Roma ci sono anche due attaccanti, costati entrambi quasi 40 milioni di Euro due anni fa, che hanno deluso le rispettive platee. Stiamo parlando di André Silva e Schick: il primo, classe 1995, ha trovato poco spazio nella sua prima (e unica) stagione in rossonero per poi deludere a Siviglia, nonostante i primi due mesi fossero stati di altissimo livello; il secondo, classe 1996, ha totalizzato solamente 8 reti in 46 presenze con la maglia giallorossa (5 in campionato e 3 in Coppa Italia), soffrendo la presenza di Džeko, con il quale ha patito una presunta incompatibilità.

Le due società potrebbero pensare a uno scambio alla pari, visto e considerato che il prezzo pagato per entrambi i calciatori e l’età degli stessi sono molto vicini. André Silva, attaccante d’area di rigore molto forte di testa, potrebbe sostituire Džeko al centro dell’attacco giallorosso, mentre al Milan sarebbe chiuso da due prime punte come Piątek e Cutrone, entrambi beniamini del pubblico del Meazza; Schick, dal canto suo, potrebbe rappresentare la spalla ideale per entrambi i centravanti rossoneri, andando a creare un attacco giovane e potenzialmente molto interessante, servito da un trequartista di qualità come Paquetá.

I due nuovi allenatori di Milan e Roma, infine, potrebbero avallare l’operazione: André Silva troverebbe un tecnico portoghese come lui con il quale potrebbe instaurare un rapporto solido e dal quale potrebbe trarre la necessaria fiducia per esprimersi al meglio; sull’altra sponda, Schick ritroverebbe Giampaolo, l’uomo che lo ha lanciato e lo ha valorizzato con la maglia della Sampdoria rendendolo, due anni fa, uno degli attaccanti più interessanti sul mercato.

Le condizioni per arrivare a un accordo ci sarebbero tutte e a giovarne potrebbero essere tutte le parti in causa: la Roma avrebbe un nuovo centravanti, il Milan la seconda punta che sta cercando e i due giocatori inizierebbero una nuova avventura professionale senza il peso di due stagioni sottotono sulle spalle, con tifosi nuovi e quindi più propensi ad accettare un’eventuale partenza difficile.

Condividi
Nasce nel 1987 a Udine, gioca a calcio da quando ha 6 anni. Laureato in Relazioni Pubbliche e Comunicazione Integrata per le Imprese e le Organizzazioni.