Under 19 Femminile, sfuma la fase finale

Si infrange contro l’Inghilterra il sogno della qualificazione alla Fase Finale degli Europei di categoria per la Nazionale Under 19 Femminile di Enrico Sbardella. Tanti applausi per le Azzurrine ma anche loro, come la Nazionale Under 17 Femminile, tornano a casa a un passo dalla fase finale.

E pensare che la prima gara, quella contro la fortissima Svezia, ci aveva visto esordire nel Gruppo 6 della Fase élite del Campionato Europeo con tre punti preziosissimi che ci avevano proiettato al primo posto in classifica in compagnia proprio dell’Inghilterra. Sul campo del Centro federale inglese di St. George’s Park a Burton upon Trent, la squadra di Enrico Sbardella ha dominato a lungo il match e sfiorato il gol già nel primo tempo con Angela Caloia e Vanessa Panzeri. Il copione, con la Svezia relegata nella propria metà campo e pronta a sfruttare le ripartenze, non è cambiato nella ripresa, con Panzeri, Longo e Greggi a far gridare al gol, fino alla rete decisiva di Sara Baldi al 74’ che sfruttava l’assist di Martina Tomaselli e regalava alla Nazionale tre punti fondamentali.

Subito dopo c’era da affrontare la Turchia, senza sottovalutare una squadra che aveva perso 7-0 contro l’Inghilterra, e la squadra di Enrico Sbardella ha battuto sempre per 1-0 le turche, battute in goleada sia dall’Inghilterra (7-0) che dalla Svezia (4-0). Sul campo del Centro federale inglese di St. George’s Park a Burton upon Trent, nonostante l’ampio turn over, l’Italia si portava in vantaggio al 22’ con l’attaccante della Juventus Asia Bragonzi, lesta a ribattere in rete una conclusione di Serena Landa respinta dalla difesa, ma come contro la Svezia non riusciva a concretizzare l’immensa mole di gioco prodotta, sfiorando più volte il gol con Landa, Bragonzi, Bellucci, Puglisi e Imprezzabile, ma il risultato non cambiava. Questo risultato ci obbligava a vincere contro le inglesi per passare il turno.

Purtroppo l’Inghilterra si è subito dimostrato avversario difficile e forse superiore: la squadra di Sbardella è sì scesa in campo concentrata e determinata ma è andata subito sotto al 3′ grazie alla rete della centrocampista Naz, nata da una incomprensione in fase di disimpegno: le Azzurrine provavano a reagire con Baldi che impegnava Hampton ma al 9′ subivano addirittura il raddoppio con Hemp che era brava a raccogliere l’assist di Naz e a superare Aprile per il 2-0. Al 24′ Hempton negava la gioia del gol a Greggi e nel finale di primo tempo Baldi, Longo e Caloia andavano vicine al pari: in pieno recupero il capitano Angelica Soffia riceveva il secondo giallo e l’Italia era costretta a disputare tutto il secondo tempo in 10. Al 60′ l’Italia restava addirittura in 9 per l’espulsione per doppia ammonizione di Vanessa Panzeri e l’Inghilterra, forte del doppio vantaggio, calava il ritmo fino al triplice fischio finale.

Rammaricato il tecnico Enrico Sbardella a fine gara: “Per il mio gruppo quella di oggi era l’undicesima partita ed è stata la prima sconfitta, preceduta da otto vittorie e due pareggi. Non posso che essere soddisfatto del percorso compiuto, come della gara odierna che abbiamo giocato alla pari contro una squadra che è terza nel ranking UEFA. Purtroppo da una parte siamo stati sfortunati e dall’altra abbiamo pagato qualche errore di troppo in fase conclusiva. Una partita tutta in salita: il gol subito dopo tre minuti ci ha tagliato le gambe, poi è arrivato il raddoppio dopo che avevamo mancato in due occasioni il pareggio. Infine siamo rimati addirittura in nove. Devo dire che le ragazze sono state brave a limitare i danni di una partita nata male”.

Purtroppo rimane, di questa nazionale, una squadra che, almeno fino alla finale, ha rischiato pochissimo con gli unici pericoli arrivati su palla inattiva, con Aprile che si è sempre fatta trovare pronta in uscita. Una squadra che sta bene fisicamente e ha sempre dimostrato di avere carattere ma che ha sbagliato davvero una infinità di occasioni per fare gol, pagando a caro prezzo la sua imprecisione sotto porta. L’Under 19 ha fatto del carattere e dell’intensità di gioco i suoi punti di forza ma ha mostrato alcune pecche nel palleggio e nella giocata pulita, mostrando anche una minore qualità rispetto all’Inghilterra, che ha meritato il passaggio del turno. Da qui possiamo solo imparare dagli errori e crescere.

Calendario, risultati e classifica del Gruppo 6

Prima giornata (3 aprile)
Inghilterra-Turchia 7-0
Svezia-ITALIA 0-1 74′ Baldi

Seconda giornata (6 aprile)
Inghilterra-Svezia 4-0
ITALIA-Turchia 1-0 22′ Bragonzi

Terza giornata (9 aprile)
Turchia-Svezia 0-3
Inghilterra-ITALIA 2-0 3′ Naz, 9′ Hemp

Classifica: Inghilterra 9 punti, ITALIA 6, Svezia 3, Turchia 0.

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.