Lazio-Sassuolo: precedenti, statistiche e curiosità

Turno infrasettimanale dal retrogusto opposto per Lazio e Sassuolo, una contro l’altra all’Olimpico nella 31/a giornata di Campionato; i biancocelesti di Simone Inzaghi, affondati nel recupero a Ferrara, cercano riscatto e punti preziosi per la corsa Champions ai danni degli emiliani, relativamente tranquilli a metà classifica e vittoriosi in scioltezza sul ChievoVerona nel match di giovedì sera.

ULTIMI 5 PRECEDENTI IN SERIE A:
2017/2018 – Lazio-Sassuolo  6-1  27′ rig. Berardi (S), 45′ Luis Alberto (L), 56′ de Vrij (L), 57′ Luis Alberto (L), 64′ e 69′ Parolo (L), 81′ rig. Immobile (L)
2016/2017 – Lazio-Sassuolo  50′ Lulić (L), 55′ Immobile (L), 57′ Defrel (S)
2015/2016 – Lazio-Sassuolo  0-2  41′ rig. Berardi, 67′ Defrel
2014/2015 – Lazio-Sassuolo  3-2  9′ Mauri (L), 25′ Đorđević (L), 26′ rig. Berardi (S), 35′ Candreva (L), 50′ rig. Berardi (S)
2013/2014 – Lazio-Sassuolo  3-2  36′ Radu (L), 72′ Floccari (S), 73′ Klose (L), 79′ Floro Flores (S), 83′ aut. Cannavaro (S)

VITTORIE CON MAGGIOR SCARTO IN SERIE A:
2017/2018 – Lazio-Sassuolo  6-1  27′ rig. Berardi (S), 45′ Luis Alberto (L), 56′ de Vrij (L), 57′ Luis Alberto (L), 64′ e 69′ Parolo (L), 81′ rig. Immobile (L)

RISULTATO PIÙ FREQUENTE:
Lazio-Sassuolo  3-2

PARTITA CON IL MAGGIOR NUMERO DI GOL:
2017/2018 – Lazio-Sassuolo  6-1  27′ rig. Berardi (S), 45′ Luis Alberto (L), 56′ de Vrij (L), 57′ Luis Alberto (L), 64′ e 69′ Parolo (L), 81′ rig. Immobile (L)

STATISTICHE IN SERIE A (LAZIO IN CASA)
Giocate: 5
Vittorie Lazio: 4
Pareggi: 0
Vittorie Sassuolo: 1
Gol Lazio: 14
Gol Sassuolo: 8

STATISTICHE IN SERIE A (TOTALI)
Giocate: 11
Vittorie Lazio: 7
Pareggi: 2
Vittorie Sassuolo: 2
Gol Lazio: 26
Gol Sassuolo: 14

Spesso ricca di gol ed emozioni, la sfida tra Lazio e Sassuolo promette di divertire gli spettatori neutrali della contesa dell’Olimpico. La spensieratezza neroverde potrebbe rappresentare un’insidia non banale per i capitolini, che però dovrebbero essere in grado di fare propria l’intera posta in palio; interessante il segno 1+Goal, così come le quote in lavagna per Immobile o Milinković-Savić marcatori.

Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.