Allsvenskan 1/a giornata: tante sorprese, vincono tutte le neopromosse

Partita, questo fine settimana, l’Allsvenskan, dopo una lunga attesa da parte degli appassionati. Non sono mancate le sorprese, frequenti in questo periodo della stagione, con le squadre non ancora al meglio. Ma andiamo a vedere, nel dettaglio, cos’è successo sui campi da gioco del massimo campionato svedese di calcio.

Le prime sorprese sono venute dall’Olympia di Helsingborg, dove i padroni di casa, neopromossi ma di grande tradizione (come ben ricordano, in Italia, i tifosi dell’Inter), hanno superato nientemeno che il favorito Norrköping. Sugli scudi Jonsson, autore di una doppietta (8′ e 36′). A segnare il momentaneo pareggio Larsson al 20′ (un bel destro incrociato dopo uno stop in area: davvero pregevole), mentre Bjarnason ha chiuso i giochi a 10′ dal termine. Difesa da rivedere, per i Peking, infilati su palle ferme e contropiedi: ma ci sarà tempo.

Dalle parti di Göteborg suona, invece, un campanello d’allarme. Certo, l’Eskilstuna è in un momento di grazia, vista anche la finale di Svenska Cupen appena raggiunta. Tuttavia, i Blåvitt sono apparsi davvero poca cosa: molli, lenti, poco reattivi. A rimetterli in partita, dopo le due reti segnate al 29′ da Raskaj e al 51′ da Nnamani, è stata un clamoroso errore del portiere avversario Ivanov il quale, mancando il pallone su un innocuo rinvio, ha innescato l’azione che ha portato alla rete di Soder all’84’. il 3-1 di Nalic, nel recupero, ha chiuso i giochi. Tuttavia, a preoccupare è stata la prestazione della compagine biancoblù, che molti esperti candidano addirittura alla retrocessione.

Pareggio senza reti per l’AIK, davanti a quasi 30.000 spettatori. L’Östersunds, nonostante le pesanti vicende societarie, evidenziate anche dai tifosi avversari con alcuni striscioni, ha giocato bene, creando anche delle chiari occasioni da rete (un palo, a portiere battuto, al 13′). Per i padroni di casa, un mezzo passo falso, e una dimostrazione delle difficoltà che hanno a concretizzare il loro gioco.

Bella vittoria, per il Sirius, in casa del più quotato (alla vigilia) Kalmar, e del Falkenbergs sul proprio terreno contro l’Örebro: un ottimo esordio, per le tre neopromosse, tutte vincenti. Una sorpresa piuttosto inattesa, alla vigilia.

Combattuti anche i posticipi del lunedì, che vedevano in campo il favorito Malmö e le altre due squadre di Stoccolma. Il Djurgården è partito fortissimo, andando in rete due volte in 16′ minuti, con Walker (10′) e Buya Turay, in entrambe le occasioni di testa. Gli ospiti, però, non si sono sciolti: il capitano Hallenius si è così inventato una bellissima rete con una fiondata dal limite al 30′. Nella ripresa è poi arrivato il pareggio di Eddahri, al 56′, con un bel tiro su palo lontano, dopo un’azione personale.

L’Hammarby ha ottenuto un buon pareggio a Borås, contro l’Elfsborg. Passati in vantaggio per primi con Tanković al 17′, con un bel tiro dopo una percussione centrale, i Bajen sono stati raggiunti al 42′ da Holst, che ha sfruttato un’amnesia difensiva degli avversari. Pareggio anche per il favoritissimo Malmö, contro l’Häcken di Alm. Succede tutto nella ripresa, con la rete di Antonsson al 46′, per i padroni di casa. Lo stesso giocatore si è poi fatto parare, 6′ dopo, un rigore concesso per fallo di Paulinho su Rieks. Il pareggio di Irandust, al 74′, ha poi chiuso l’incontro, ben giocato da entrambe le squadre.

Allsvenskan 2019 1/a giornata – risultati

Domenica 31 Marzo

Helsingborg-Norrköping  3-1  (2-1)
AIK-Östersunds  0-0      
Kalmar-Sirius  0-2  (0-1)
Eskilstuna-Göteborg  3-1  (1-0)
Falkenbergs-Örebro  1-0  (0-0)

Lunedì 1 Aprile

Malmö-Häcken  1-1  (0-0) 
Elfsborg-Hammarby  1-1  (1-1)
Djurgården-Sundsvall  2-2  (2-1)

CLASSIFICA PROVVISORIA ALLSVENSKAN 2019  – 1/a giornata

Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti | Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti
1 Helsingborg 3/1 3 | 9 Hammarby 1/1 1
2 Eskilstuna  3/1 3 | 10 Malmö 1/1 1
3 Sirius 2/0 3 | 11 Östersunds 0/0 1
4 Falkenbergs 1/0 3 | 12 AIK 0/0 1
5 Djurgården 2/2 1 | 13 Örebro 0/1 0
6 Sundsvall 2/2 1 | 14 Göteborg 1/3 0
7 Häcken 1/1 1 | 15 Norrköping 1/3 0
8 Elfsborg 1/1 1 | 16 Kalmar 0/2 0

Legenda: qualificata ai preliminari di CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la terza classificata in Superettan, retrocesse in Superettan

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.