Serie A – I miglior assistman a 10 giornate dalla fine

Una classifica poco ricercata e che fa meno notizia delle altre, tutti a guardare i gol, le statistiche sui tiri, le parate dei portieri e il loro rimanere imbattuti. Il clamore, spesso, è riservato unicamente a chi è l’ultimo a toccare la palla prima che entri in rete, solo per pochi attimi viene sottolineata la bravura di chi ha servito il passaggio decisivo.

In un gioco di squadra come il calcio gli allenatori devono sempre di più far fronte al comune denominatore del gruppo, allo spirito di sacrificio di ciascun elemento per superare l’individualismo e mettersi a disposizione della “causa”. Chi più di colui che è pronto a servire il compagno per siglare un gol e permettere al lui soltanto la gloria e il rimanere negli annali può incarnare meglio tutto ciò? Gli assist possono avere un’eco limitata, magari giusto per il fantacalcio o per i tabellini della stagione in corso, poi la storia ci lascia solo il marcatore, anche se questo ha dovuto semplicemente appoggiare in rete da un metro.

In Serie A siamo arrivati a dieci giornate dalla fine, andiamo a vedere quella che è la classifica attuale degli assistman.
Al primo posto si attesta Cristiano Ronaldo, capace non solo di decidere gonfiando la rete ma anche balzando in testa alla classifica riservata al passaggio decisivo. Ben 10 assist per lui finora che vanno ad aggiungersi ai 19 gol segnati. Al secondo posto c’è Dries Mertens alla sua prima rete nel 2019 proprio nello scorso weekend, per lui 9 gol in campionato e altrettanti assist ai compagni. Un dato che assume maggior rilevanza se relazionato ai minuti giocati e al fatto che, in 26 partite giocate, ben 10 volte lo abbia fatto da subentrante. A quota 8 un terzetto formato dallo spallino Manuel Lazzari (il più arretrato tra i calciatori nelle prime posizioni di questa speciale classifica), Joaquín Correa (anche lui su 24 partite è entrato in campo nella ripresa per ben 13 volte) ed “El Papu” Gómez. A 7 assist Federico Chiesa, SusoJosé Callejón e Fabio Quagliarella, quest’ultimo che alla veneranda età di 36 anni ha già messo a segno 21 reti ed è attualmente il capocannoniere della Serie A. Dietro questi da menzionare il solo Cengiz Ünder capace, detentore di un’ottima media con un assist ogni tre partite giocate, sono 6 passaggi decisivi in 18 gare.

Giusto per informazione e per una panoramica generale nel 2017/18 la classifica finale ha visto eccellere Luis Alberto con ben 16 assist, seguito a 15 da José Callejón. Più staccati a 13 Douglas Costa e Ciro Immobile e a 12 Aleksandar Kolarov in compagnia del “Papu” Gómez.

 

 

Condividi
Telecronista e opinionista radio/TV, già a SportItalia e addetto stampa di diverse società. Non si vive di solo calcio: ciò che fa cultura è la fame di sapere, a saziarla il dinamismo del corpo e del verbo.