Strade Bianche 2019: i favoriti

STRADE BIANCHE

La Strade Bianche, chiamata inizialmente Monte Paschi Eroica, è una corsa in linea maschile di ciclismo su strada che si svolge in provincia di Siena. Dal 2017 fa parte dell’UCI World Tour.

I favoriti

Tiesj Benoot: nell’edizione dello scorso anno il belga ha centrato la sua più importante vittoria della carriera con un attacco da lontano degno di un ciclismo di altri tempi. Il talento e la classe di questo ventiquattrenne è indiscutibile, ma la condizione in questo inizio di 2019 sta tardando ad arrivare. Sarà più facilmente un uomo da marcare stretto sul pavé tra qualche settimana.

Tim Wellens: compagno di squadra del sopracitato Tiesj Benoot, l’uomo più in forma attualmente della Lotto-Soudal sembra essere proprio Tim Wellens. Sul podio sabato scorso alla Omloop Het Nieuwsblad, il belga vanta già tre successi in questo 2019. Alla Strade Bianche conta una sola apparizione, nel 2017, quando chiuse al terzo posto alle spalle di Michał Kwiatkowski e Greg Van Avermaet.

Wout van Aert: nel 2018, al suo esordio in questa corsa, il ciclocrossista belga ha chiuso sul podio la Strade Bianche, trovandosi ovviamente a suo grande agio sulle strade sterrate tipiche della campagna toscana. Sabato, il possibile crack della stagione 2019, si ripresenterà a Siena con un anno in più di esperienza e una formazione – ben più blasonata – al suo sostegno.

Zdeněk Štybar: ecco un altro ciclocrossista che sarà tra i grandi favoriti di sabato e che alla Strade Bianche si è già imposto nel 2015. Co-capitano – in coppia con Julian Alaphilippe – della Deceuninck – Quick Step, il ceco arriva in Toscana da un importante successo nello scorso weekend alla Omloop Het Nieuwsblad. Sulla carta è lui il favorito numero uno.

Greg Van Avermaet: da qualche anno, insieme a Peter Sagan, è l’uomo più forte in gruppo in questo genere di corse. A Siena non ha ancora trovato il successo, pur collezionando due secondi posti nelle edizioni 2015 e 2017. Se riuscisse a tenere le ruote dei migliori nella fase calda della gara, sullo strappo finale di Santa Caterina che immette in Piazza del Campo potrebbe avere qualcosa in più di tutti gli altri.

Gli outsiders: Julian Alaphilippe, Alexey Lutsenko, Gianni Moscon, Geraint Thomas, Giovanni Visconti.

 

Condividi
Studente di comunicazione. Cresciuto nel mondo dello sport, patito di calcio, basket e ciclismo. “Malato” di tecnica e tattica, con un trascorso più da calciatore che da giornalista.