Le prime volte delle donne

Il calcio femminile, soprattutto quello giovanile, sta vivendo una lunga nuova serie di prime volte che hanno il profumo di una nuova primavera, visto anche il periodo dell’anno. E mai termine fu più azzeccato.

Partiamo dalla prima: Bologna, Fiorentina, Florentia, Genoa, Inter, Juventus, Sassuolo e Spezia sono le otto formazioni femminili che dal 18 al 26 marzo prossimo daranno vita alla prima edizione della Viareggio Women’s Cup, organizzata dal Cgc Viareggio, durante la 71esima edizione della Viareggio Cup: la manifestazione, come il torneo maschile, è riservata da sempre alle formazioni Primavera e il torneo sarà articolata in due gironi eliminatori da quattro squadre e le prime due classificate disputeranno le semifinali incrociate, con le vincenti che si sfideranno nella finalissima di martedì 26 che sarà anche trasmessa sulla Rai. Il sorteggio per la composizione dei gironi si terrà il prossimo 4 marzo al Gran Teatro Giacomo Puccini di Torre del Lago in occasione della presentazione ufficiale della nota manifestazione giovanile.

Qual è la seconda? La seconda è la partecipazione, per la prima volta, delle squadre Juniores al torneo Arco di Trento – Trofeo “Beppe Viola” 2019, la prestigiosa rassegna trentina che giunge quest’anno alla sua 18esima edizione e, per la prima volta, apre le sue porte alle formazioni Juniores delle squadre partecipanti al campionato di Serie C femminile che si sono laureate campioni d’inverno nei quattro raggruppamenti della Serie C: il Pinerolo (data la rinuncia della Novese) per il Girone A che sfiderà il Napoli per il Girone D e il Permac Vittorio Veneto per il Girone B che sfiderà la San Marino Academy per il girone C. La formula del torneo prevede due semifinali domenica 10 marzo alle 15:00 e le due finali martedì 12 marzo.

Però questa volta “sforiamo” il campo del calcio femminile e invadiamo quello di un altro sport, il rugby, per celebrare un’altra importantissima prima volta: la vittoria dell’Italia Femminile nel 6 Nazioni Femminile contro l’Irlanda, la prima della nostra storia. La squadra di Andrea Di Giandomenico, grazie anche a una prestazione magistrale del numero 7 azzurro Giada Franco, coglie uno storico successo sull’Irlanda (29-27) che vale il temporaneo primo posto in classifica, in attesa dei prossimi proibitivi impegni contro Inghilterra e Francia. Ebbene, sulla pagina Facebook di Eurosport, dove un video celebrava l’evento, si è tenuta una fiera del disgusto e del sessismo all’italiana, con decine di commenti che sottolineavano come questa notizia togliesse spazio ad altre notizie più importanti. Ne riporto per la cronaca giusto uno: “Una carnevalata!!! Non frega nulla a nessuno. Questa è la verità. Le classiche notizie che si leggono ma che nessuno, praticamente nessuno vive. Al massimo 10 persone su 60 milioni sono interessate. Nessuno la baratterebbe per un pareggio in luogo di una vittoria della propria squadra di calcio. Sino alla terza categoria”. Il commento in sé è onqualificabile, soprattutto considerando che, appena gli si fa notare che hanno detto una castroneria, subito si corre ai ripari parlando di “una provocazione“. Davvero ci hanno preso per persone con l’orologio al collo e l’anello al naso? Cosa altro deve succedere prima che la mentalità di certe persone cambi definitivamente? Noi aspettiamo in silenzio. Tanto, si sa, la pazienza delle donne sa essere infinita.

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.