Week Leaks #22 – Liverpool di rigore, continua la rinascita del Manchester United

L’analisi della 21/a giornata in Premier League con le considerazioni del weekend:

  • La cura Solskjær funziona. Si aspettava soltanto di vedere come lo United avrebbe affrontato il primo big match sotto la guida del norvegese, pensando che i risultati ottenuti finora sono incoraggianti, ma sono arrivati contro squadre attualmente nella seconda metà di classifica. Ma a Wembley, i Red Devils hanno piegato il Tottenham grazie al gol di Rashford (a segno in 3 partite consecutive per la prima volta in carriera), rilanciando ulteriormente la propria stagione.
  • 6 su 6 dunque per Solskjær, che raggiunge in classifica l’Arsenal, la cui situazione è diametralmente opposta. Nel derby londinese contro il West Ham, infatti, la squadra di Emery ha subito un’altra sconfitta, stavolta per mano dell’ex Gunner Nasri. 7 punti nelle ultime 5 e quarto posto ora a 6 punti.
  • Non sempre serve essere belli. Lo sa il Liverpool, che espugna l’AMEX Stadium di Brighton grazie al quarto rigore a favore in 18 giorni. Salah non sbaglia e ringrazia, così come i tifosi dei Reds, che tornano a +7 in attesa del City, impegnato stasera contro il Wolverhampton.
  • Continua la rincorsa all’Europa per il Watford, che torna a vincere contro il Crystal Palace. 2-1 esterno importantissimo per gli uomini di Javi Gracia, che si riprendono il settimo posto dopo 3 partite senza vittoria. Continua invece il brutto momento del Bournemouth, sconfitto per 2-0 dall’Everton a Goodison Park.
  • A perdere la settima piazza è il Leicester, che nonostante un intera frazione di gioco giocata in superiorità numerica, viene sconfitto in casa da un Southampton completamente rivoluzionato da Ralph Hasenhuttl. 2-1 per i Saints, che espugnano il King Power Stadium grazie al rigore di Ward-Prowse e al primo gol stagionale di Shane Long – l’irlandese non segnava da aprile dello scorso anno. E ora la salvezza sembra raggiungibile, mentre a Leicester Puel è sempre più in discussione.
  • Giornata fondamentale in ottica salvezza, visti i due scontri diretti. Partiamo dal Burnley, che vince contro il Fulham nonostante aver giocato 90 minuti senza registrare un tiro in porta – due autogol rendono vano l’eurogol di Schurrle, a Turf Moor finisce 2-1 per i padroni di casa. Finisce 0-0, invece, Cardiff-Huddersfield: risultato poco utile per entrambe le squadre.
  • La classifica, quindi, vede ancora Fulham e Huddersfield nelle ultime due posizioni. Cambia invece la terza squadra in zona rossa, che ora è il Newcastle. A Stamford Bridge, infatti, a Benitez non riesce il miracolo, e il Chelsea vince 2-1 grazie ai gol di Pedro e di Willian.
Condividi
Vicentino, classe '96, calcisticamente legato al Vicenza e al Southampton, appassionato di (quasi) tutto ciò che è sport, di tecnologia e del buon cibo. Aspira a fare della propria passione un lavoro.